Esce LibreOffice 4.0

AziendeMarketing
Esce LibreOffice 4.0

La Document Foundation ha annunciato LibreOffice 4.0, l’ultima versione della suite di produttività libera che compete con Microsoft Office. Le caratteristiche di LibreOffice 4.0

Vorremmo diventare il ‘coltellino svizzero multiuso’ dei formati file,” esordisce Michael Meeks, che lavora a LibreOffice presso SUSE.  La Document Foundation ha annunciato LibreOffice 4.0, l’ultima versione in download della suite di produttività libera che compete con Microsoft Office. Dopo l’uscita da OpenOffice.org nel 2010, in seguito all’acquisizione da parte di Oracle, LibreOffice, che rilascia  free software e non solo open source, ha svelato la quarta versione. LibreOffice 4.0 viene descritta come “la suite libera per ufficio che la comunità ha sempre sognato fin dal 2001.”

LibreOffice 4.0 è la prima release che riflette gli obiettivi posti dalla comunità nel 2010: codice base più pulito e lineare, un insieme di migliori funzionalità, superiore interoperabilità, e un ecosistema più ampio ed inclusivo” spiega Italo Vignoli di Document Foundation. Fra le migliorie apportate, la versione 4.0 è più compatibile con Rich Text Format (RTF) di Microsoft e con i formati file DOCX, il formato dei documenti Word basato su XML, inzialmente introdotto in Office 2007.

LibreOffice Writer adesso può importare annotazioni e-ink da entrambi i formati, oltre al supporto di opzioni DOCX. LibreOffice 4.0 inoltre supporta l’import dei documenti Microsoft Publisher per la prima volta, e può leggere tutti i format file Visio, incluso Visio 2013. Oltre al supporto delle lingue con scrittura da destra a sinistra, LibreOffice 4.0 sostiene Remote Control App, per ora disponibile su alcune distribuzioni Gnu/Linux (in futuro su Windows 8, Mac Os X e Linux), che consente a uno speaker il controllo di Impress slide deck utilizzando smartphone Android.

Infine, la domanda che tiene tutti con il fiato sospeso: quando uscirà la versione Mobile di LibreOffice? La versione di una LibreOffice app è in sviluppo, ma “limitarsi al limite dei 50MB” su Google Plaìy, l’app store per Android, non è una passeggiata. Intanto LibreOffice sta lavorando a una versione da inviare in stream da un server per girare dentro una finestra del browser, con identiche funzionalità alla versione desktop.

Esce LibreOffice 4.0
Esce LibreOffice 4.0 

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore