Eurispes: i tecno-ragazzi preferiscono Facebook al GF

Workspace

Il decimo Rapporto Annuale Eurispes-Telefono Azzurro fotografa il rapporto fra giovani e hi-tech. Risulta che il cyber-bullismo cresce, i bambini sono Tv e telefonino dipendenti, ma i giovani scelgono Facebook rispetto al Grande Fratello

Il decimo Rapporto Annuale Eurispes-Telefono Azzurro, condotta su 1.373 questionari, illustra la giovane generazione italiana e il suo rapporto con le nuove tecnologie. Dall’indagine emerge che il bullismo e il cyber-bullismo crescono: un quarto dei bambini italiani e circa un quinto degli adolescenti e’ stata vittima di molestie a sfondo bullista nel 2009. La prevaricazione viene affrontata diversamente: si dice al bullo di smettere (22%), oppure non si reagisce (19,8%); solo il 22,6% chiede aiuto ad altri e soltanto il 9,2% si rivolge ad un genitore.

Il 71% degli adolescenti tra i 12 e i 19 anni ha un profilo su Facebook: il 29% lo sfrutta per intrattenersi con gli amici di sempre, il 24% per ritrovare quelli vecchi. Facebook supera il “Il Grande Fratello”, scelto da solo il 2,6% degli intervistati, e X- factor (3,7%).

Solo l’1,7% dei ragazzi tra 12 e 19 anni non possiede un proprio cellulare. Tutti o quasi hanno la Tv (solo il 3,1% non la guarda ma i), seguita dal Pc (non lo utilizza il 6,5%) e dal cellulare (6,8%).

Il presidente di Telefono Azzurro, Ernesto Caffo, la definisce una “generazione tecnologica“. Ma Facebook impera: gli altri social network impallidiscono al cofronto: My Space detiene il 17,1%, Habbo il 10,4%; Twitter solo il 2,5% dei giovani.

I tecno-ragazzi vogliono mantenere gli amici piuttosto che per socializzare e conoscerne di nuovi: solo nel 14,9% dei casi. Il 13% esprime un giudizio negativo dei socisal network, mentre l’8% li considera una perdita di tempo; il 5% e’ convinto che usarli possa mettere a rischio la privacy.

Solo il 54,9% esprime il desiderio di laurearsi. Il 33,6% degli adolescenti crede che sia “molto difficile” laurearsi e il 49,4% ritienbe “molto difficile” trovare un lavoro stabile.L’indipendenza è il sogno per il 63% dei giovani italiani.

Infine, il 38,8% non si ispira ad adulti, anche se Barack Obama e Valentino

Rossi hanno vinto tra i maschi; e Barack Obama e la showgirl Belen Rodriguez, hanno sbaragliato tra le ragazze.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore