Eurostat vede l’Italia arretrare nella Banda larga

MarketingNetworkProvider e servizi Internet
AgCom: cresce la banda larga, cala la rete fissa

Secondo Eurostat l’Italia perde tre posizioni e non è maglia nera, solo perché chiudono la classifica Grecia, Bulgaria e Romania

Invece di andare avanti, nella banda larga l’Italia perde posizioni. La broad band a passo di gambero è l’ultima novità italiana: secondo Eurostat l’Italia arretra di tre posti e non è maglia nera, solo perché chiudono la classifica Grecia, Bulgaria e Romania.

Mentre l’AgCom discute un tema importante come la lotta alla pirateria, il vero nodo della Rete italiana risulta ancora una volta il cronico Digital divide, ovvero il gap che allontana l’Italia dal resto dell’Europa. Se per l’Ocse l’Italia sembrava aver fatto qualche piccolo passo in avanti, nella classifica Eurostat il miglioramento è vanificato, anzi.

Secondo Eurostat in Europa l’accesso a Internet si attesta al 70% delle abitazioni, e la banda larga è raddoppiata rispetto al 2006: con il 61%  in banda larga. In Italia la penetrazione del 16% nel 2006, ad una del 49% nel 2010.

Eurostat vede l'Italia arretrare
Eurostat vede l'Italia indietro
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore