Eutelia e Vodafone fanno ricorso contro la multa dell’AgCom

Autorità e normativeNormativa

I due operatori, multati da AgCom insieme a Telecom Italia, Opitel e BT Italia, respingono le accuse e annunciano ricorso

Ieri AgCom ha multato cinque operatori: Telecom Italia, Vodafone, Eutelia, Opitel e BT Italia, a causa della mancata corretta osservanza delle norme su portabilità del numero, servizi non richiesti, indici di qualità. Ma Vodafone e Eutelia non ci stanno e fanno ricorso al Tar.

Eutelia ha precisato che la multa di 120.000 Euro irrogata dall’AGCOM

nel corso del 2008, è relativa ad un servizio informazioni abbonati 892 che, a causa di un guasto del tutto occasionale ed imprevedibile al centralino della società che fornisce il servizio, ha determinato un addebito di poco superiore a 3 (tre) euro per 2 (due) telefonate che non hanno raggiunto il servizio. Non ritenendo di essere responsabile di alcuna violazione normativa, Eutelia ha già impugnato il provvedimento sanzionatorio al TAR Lazio.

Anche Vodafone, che afferma di gestire le procedure di portabilita’ del numero e tutte le attivita’ commerciali nei confronti dei clienti nel pieno rispetto delle norme vigenti ed a tutela degli interessi dei consumatori, annuncia il ricorso al TAR, non solo per la sproporzione della sanzione e per la tutela della propria immagine, ma anche per riaffermare il diritto del cliente a scegliere liberamente, ed in qualsiasi momento, la singola offerta da lui ritenuta piu’ conveniente. Vodafone afferma di aver appreso con stupore della sanzione comminata dall”Autorita’ per le Garanzie nelle Comunicazioni a causa di difetti di gestione formale relativa alla richiesta di passaggio tra operatori di 14 clienti: si tratta di casi in cui i clienti hanno deciso di rinunciare all’adesione ad offerte di altri operatori. Vodafone contesta, inoltre, quanto riportato da alcuni organi di stampa riguardo l’aver ostacolato la portabilita’ e precisa che cio’ e’ privo di fondamento. Le pratiche di ‘retention’, ovvero la possibilita’ di formulare controfferte vantaggiose ai clienti sono, a parere della stessa Autorita’, lecite ed a vantaggio dei clienti e della libera concorrenza.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore