Expo 2015, semaforo verde da Berlusconi

AziendeMarketing

Finalmente si sblocca il “dossier Expo 2015”: fondi e progetti garantiti dal governo Berlusconi. Il sindaco Letizia Moratti ha spedito la lettera firmata al Bureau International des Expositions di Parigi

L’Expo 2015, che in molti sperano possa diventare un volano per l’economia italiana, s’ha da fare. Finalmente si è sbloccato il “dossier Expo 2015”: mettendo in calce la propria firma alla lettera d’accompagnamento, da spedire al Bureau International des Expositions di Parigi, Silvio Berlusconi garantisce fondi e progetti per l’Expo 2015.

Il sindaco di Milano Letizia Moratti ha espresso soddisfazione. La roadmap di Expo 2015 prevede oggi: prima il consiglio di amministrazione, poi l’assemblea dei soci, per approvare il documento di oltre 500 pagine.

Il Sindaco Moratti e l’amministratore delegato di Expo 2015, Lucio Stanca, si collegheranno in videoconferenza con il segretario Vicente Loscertales per dargli la lieta novella del semaforo verde al testo.

Inoltre il dossier verà presentato ufficialmente lunedì prossimo nel corso di una manifestazione pubblica al Teatro Strehler. In via di definizione è anche la scelta delle aree di un milione di metri quadrati su cui sorgerà l’Expo. L’area verrà comprata per restare di proprietà pubblica: i terreni, secondo Milano Finanza, confluiranno in una NewCo.L’amministratore delegato della societa’ di gestione, Lucio Stanca, ha commentato: “Mi sembra un’ottima soluzione, molto lineare“.

Ricordiamo che azionisti di Expo sono Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano, ministero dell’Economia, Camera di commercio.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore