F-Secure

firewallSicurezza

L’azienda finlandese presenta inoltre un’indagine sulla sicurezza in Italia, il nuovo brand e conferma il proprio impegno nel “Proteggere l’Insostituibile”. Punti di forza sono il Browsing Protectio, il cloud computing DeepGuard e la funzionalità Exploit Shield

F-Secure ha presentato F-Secure Internet Security 2010 . Con un ridotto utilizzo della memoria, Internet Security 2010 supporta Windows 7 e offre rapidità ed efficacia nell’individuazione delle minacce provenienti dal web. Secondo i test condotti dall’organizzazione indipendente AV-Test.org, rispetto alla versione precedente, ha un impatto complessivo sul sistema inferiore dell’80%, una velocità di scansione dei virus superiore del 60% e un utilizzo delle risorse di memoria inferiore del 70%.

La nuova soluzione di F-Secure offre un’interfaccia utente completamente ridisegnata e di semplice utilizzo, un funzionamento più rapido e leggero senza impatto sulla sicurezza, migliore identificazione dei virus e una user experience più sicura. A differenza di molte soluzioni di sicurezza analoghe, F-Secure Internet Security 2010 gestisce i problemi legati alla sicurezza automaticamente senza disturbare né confondere l’utente.

La funzionalità Browsing Protection verifica la sicurezza dei link: quando si effettua una ricerca su Google, ad esempio, appare un indicatore verde vicino ai link sicuri e una “X” rossa accanto a quelli pericolosi. Browsing Protection blocca inoltre automaticamente i siti che diffondono malware o tentano il furto di informazioni personali, come i dati bancari.

Browsing Protection di F-Secure Internet Security 2010 include inoltre la funzionalità Exploit Shield, che blocca gli attacchi alle falle di sicurezza presenti nel browser e nei plug-in, vulnerabilità tipiche di software non aggiornato con le ultime patch rilasciate dal produttore. Exploit Shield protegge anche dagli attacchi alle falle di sicurezza per cui non sono ancora disponibili le patch più recenti.

Gli aggiornamenti automatici e l’avanzata tecnologia cloud computing DeepGuard assicurano una rapida protezione in tempo reale da nuovi virus, worm, trojan, rootkit e attacchi zero-day. Questi servizi basati sul cloud sono ora utilizzati anche per rendere più efficaci le funzionalità di Parental Control e anti-spam.

Il lancio di F-Secure Internet Security 2010, del nuovo brand e la volontà di “Proteggere l’Insostituibile”, sottolinea l’impegno dell’azienda finlandese, nella protezione dei contenuti digitali degli utenti su dispositivi e connessioni, sia dalle minacce del web sia dalla perdita di dati.

Infine, un’indagine di F-Secure condotta lo scorso agosto mostra che complessivamente nei Paesi coinvolti (Gran Bretagna, Germania, Italia, Svezia, Finlandia, Polonia e Stati Uniti) solo un quarto degli intervistati si sente sicuro o molto sicuro di essere protetto dalla diffusione di malware attraverso siti web, mentre oltre il 40% si dichiara insicuro. Da notare che, in Italia, solo il 12% degli intervistati afferma di non sentirsi protetto dal malware. Gli utenti in Polonia si sono dimostrati i più insicuri (63%), seguiti dagli svedesi (43%). Dalla ricerca emerge che il 20% degli intervistati non sa se il proprio software è aggiornato (22% in Italia), mentre il 10% (12% in Italia) afferma di utilizzare programmi non aggiornati. Con l’85% di intervistati che dichiara di utilizzare solo programmi aggiornati, la Finlandia si colloca al primo posto per la cura del software, seguita dalla Germania (77%).Penultimi gli italiani con il 66%.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore