F-Secure e Trend Micro delineano le tendenza nella sicurezza del 2016

AziendeMercati e Finanza
F-Secure e Trend Micro delineano la sicurezza del 2016
2 10 Non ci sono commenti

Il ransomware, l’estorsione, costituirà il pericolo maggiore nel 2016. Lo scenario della cyber sicurezza nell’analisi di F-Secure e Trend Micro

Il ransomware, ovvero l’estorsione, rappresenterà il rischio maggiore nel 2016. Lo scenario della cyber sicurezza nella fotografia di F-Secure e Trend Micro.

F-Secure e Trend Micro delineano la sicurezza del 2016
F-Secure e Trend Micro delineano la sicurezza del 2016

L’estorsione di denaro avviene ai danni di ignari utenti internet, attraverso sofisticate tecniche di social engineering e ransomware. È questo il futuro del cyber crime, secondo Sean Sullivan, che guida la ricerca presso F-Secure.

L’estorsione emerge come motivazione principale dei criminali online. “I trojan bancari utilizzati per essere in grado di girare su macchine Windows home in un root kit per mesi, per agire, aspettano il momento propizio in cui gli utenti si collegano all’home banking” ha spiegato F-Secure.

Per fortuna il sistema operativo è stato reso sicuro: “Windows è un buon OS ed è sicuro. [Chi attacca] ha una settimana o giorni prima che un antivirus li catturi o arrivi una patch da parte di Microsoft.

Il data breach a Sony Pictures è stato un evento giustificato più da motivi finanziari che di hacking, dopo il rilascio del film critico sul dittatore della Nord Corea, The Interview. Ma F-Secure esprime scetticismo sull’attacco nord-coreano.

Una piccola forma di malware che sta monetizzando parecchio è CryptoLocker. Esso cifra i propri file e chiede di pagare un riscatto per non perdere i dati per sempre. Ci sono aziende che hanno pagato forti somme“.

Meno comune ma danno è l’uso di informazioni ai fini dell’estorsione. Sappiamo tutti di casi di uomini politici di primo piano rimast in imbarazzo a causa di loro foto senza vestiti“.

Inoltre, la Russia continua ad essere al centro di attività di hacking, incluse le botnet come Gameover Zeus e Citadel, mentre sono più difficili da prevenire gli attacchi sponsorizzati dai governi.

“I governi stanno usando molti mercenari. Ci sono mercenari in arrivo dall’economia del crime-ware, veri professionisti, soprattutto in Russia.”

Trend Micro pensa che la situazione del cyber crime peggiorerà nel corso del 2016. I cyber criminali potrebbero trarre vantaggio dal social engineering per infiltrare i computer.

Le minacce online evolveranno per far leva sulla psicologia dietro ciascuno schema su cui si basano gli aspetti tecnici dell’operazione. Chi attacca continuerà ad usare la paura come componente principale dello schema, come avvenuto in passato” avverte il report 2016 di Trend Micro Security Predictions.

Alcuni trucchi sfruttano il social engineering e sono usati per persuadere dipendenti a trasferire denaro ai cyber-criminali. La reputation oggi è tutto e le persone, pur di mantenerla, sono disposte a tutto.

Anche Raimund Genes, chief technology officer (Cto) di Trend Micro, ritiene che l’estorsione rappresenti il futuro del crimine online. Molti utenti cadono nel ransomware perché non ascoltano gli avvertimenti.

In poche parole, anche nell’anno che verrà gli hacker continueranno ad effettuare l’exploit della natura umana, dunque la sicurezza consiste nell’informarsi e nel proteggersi online.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore