F-Secure inaugura i nuovi laboratori di ricerca

CyberwarSicurezza

I laboratori di Helsinki rappresentano il cuore della ricerca e sviluppo dell’azienda finlandese

Nel corso degli ultimi mesi, F-Secure ha dedicato notevoli risorse e investimenti per rinnovare il proprio laboratorio di ricerca antivirus. Un impegno che, come risultato, ha portato all’inaugurazione di un osservatorio ad altissimo livello tecnologico, rinnovato sia nel design sia nella tecnologia. Fiore all’occhiello dell’azienda finlandese, il nuovo centro di ricerca rappresenta ciò che di meglio la tecnologia può offrire in termini di strumentazioni di ricerca all’avanguardia per consentire alla task force di ricercatori F-Secure di fronteggiare nuove emergenze 24 ore su 24. Particolarmente significativa l’implementazione, all’interno dei nuovi laboratori, di un’area appositamente strutturata per consentire lo studio e l’analisi non solo dei virus tradizionali ma anche delle nuove, emergenti minacce alla sicurezza: una per tutte, i virus dei telefoni cellulari. Questo tipo di analisi, infatti, richiedono innanzitutto la disponibilità di ampi spazi che consentano di studiare accuratamente le modalità di diffusione dei virus via Bluetooth, con la garanzia di un totale isolamento da frequenze radio. A questo scopo F-Secure, che già da tempo ha messo la protezione dei dispositivi mobili in cima alla lista delle priorità, ha deciso di predisporre all’interno del nuovo laboratorio una stanza che ? grazie a una struttura all’avanguardia – consente di bloccare qualsiasi tipo di segnale radio, favorendo così l’analisi di ogni possibile minaccia destinata ad attaccare l’ambiente mobile. Per un filo diretto con i ricercatori dei laboratori F-Secure, è possibile visitare il weblog della società all’indirizzo www.f-secure.com/weblog : un vero e proprio diario di bordo dove vengono puntualmente segnalate tutte le principali minacce rilevate dai laboratori e le attività svolte ogni giorno al suo interno, per potere avere un quadro complessivo di tutto quanto si diffonde nei meandri della rete.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore