Facebook acquisisce Whatsapp per 19 miliardi di dollari

AcquisizioniAziende
WhatsApp e Facebook, verso una maggiore integrazione
2 2 1 commento

Facebook compra l’app di messagistica WhatsApp per 19 miliardi di dollari. Il Ceo Mark Zuckerberg festeggia i dieci anni del social network con la sfida social agli Sms

Facebook compra l’app di messagistica WhatsApp per 19 miliardi di dollari. Il Ceo Mark Zuckerberg festeggia i dieci anni del social network con un’acquisizione, da cui parte la sfida social agli Sms, la ex gallina d’oro del mercato della telefonia mobile: Whatsapp gestisce 19 miliardi di messaggi inviati al giorni e 34 miliardi ricevuti quotidianamente. Facebook pagherà 12 miliardi di dollari in azioni, 4 miliardi di dollari in contanti e 3 miliardi di dollari in azioni privilegiate. Il mercato SMS vale tuttora 100 miliardi di dollari all’anno a livello globale.

La più grande acquisizione di Facebook, ma anche la transizione più importante di Internet dai tempi della fusione da 124 miliardi di dollari di Time Warner con Aol nel 2001, ha un perché: il social network di Menlo Park ha 1,23 miliardi di utenti, ma l’espansione ormai è possibile solo sul Mobile; WhatsApp ha superato i 450 milioni di utenti ed aggiunge un milione di utenti al giorno. Dall’app di messaggistica vengono anche inviati 200 milioni di messaggi vocali al giorno.

Il successo di Whatsapp vs. competitor
Il successo di Whatsapp vs. competitor

Nel 2012 Facebook acquisì Instagram, l’app di foto condivisione, alla vigilia dell’IPO, pagando 700 milioni di dollari. Ma WhatsApp ormai compete con Twitter, Kik Interactive e Snapchat (quest’ultima rifiutò 3 miliardi di dolati proprio da Facebook), ma anche WeChat della cinese Tencent, KakaoTalk in Sud-Corea e la giapponese Line, oltre a BlackBerry Messenger e a Facebook Messenger (Viber è stato acquisito nei giorni scorsi). E nell’era della fuga dei giovani 2.0 verso queste piattaforme, lontano dagli occhi dei genitori, Facebook li “riacciuffa”, da punto di vista della profilazione pubblicitaria, con un’acquisizione a sorpresa, ma non troppo: da tempo scrivevamo che Whatsapp era contesa da Google e Facebook.

La cifra è alta? Ma ormai Whatsapp sottrae utenti agli Sms. Inoltre Facebook compie un acqui-hire: non solo acquisisce un servizio multi-piattaforma, ma anche i talenti che lo hanno ideato. Whatsapp gira su iOS, Android, Blackberry, Windows Phone e perfino il vecchio Symbian OS, ex di Nokia, permettendo agli utenti di inviare messaggi su Mobile: è gratis il primo anno, poi costa 99 centesimi di dollaro all’anno. Whatsapp va sia con piano tariffario che con Wi-Fi.

Il fenomeno Whatsapp in cifre
Il fenomeno Whatsapp in cifre

Il co-fondatore Jan Koum promette che nulla cambierà con l’acquisizione di Whatsapp da parte di Facebook. EMarketer ritiene che Facebook abbia raggiunto la consapevolezza di aver bisogno di un portafoglio di apps, con cui conquistare differenti usi, differenti fasce demografiche e diversi modi di comunicare. Inoltre, il social network si aggiudica una fetta di utenti fidelizzati, e fa fuori uno dei suoi maggiori competitor.

Infine Facebook non sta solo diversificando il suo portafoglio prodotti, sempre più vasto, ma sta diversificando il suo modello di business: guadagna respiro nei servizi per monetizzare senza advertising o in-app. E Whatsapp è l’unica app con engagement, un coinvolgimento-utenti, superiore a quello del social network di Zuckerberg.

Facebook acquisisce WhatsApp
Facebook acquisisce WhatsApp
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore