Facebook al primo incontro con gli azionisti

AziendeMarketingMercati e FinanzaMobility
Mark Zuckerberg: Facebook diventa un'azienda “mobile-first”

Il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg ha incontrato gli azionisti per la prima volta. Per giustificare il crollo del 37%

Il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg si è presentato al primo incontro con gli azionisti, dopo l’IPO del maggio scorso. Da allora il titolo, quotato a 38 dollari per azione, ha registrato il crollo del 37% e declino del 20% in un mese dopo il flop di Htc First, il primo smartphone con l’app Facebook Home. In questo anno, lo sbarco in Borsa è stato, sarcasticamente, definito IPOcalypse. Nei giorni scorsi Forbes ha perfino pronosticato quattro anni di vita al social network di Menlo Park, come se dovesse seguire le sorti di MySpace o di Yahoo!. In questo scenario, il 29enne cofondatore del social network deve aver affrontato un incontro un po’ fuori dalle righe, scoprendo che esistono due tiplogie di investitori 2.0: quelli che sono disorientati e vogliono un customer service da Zuckerberg per imparare ad usare Facebook; e gli investitori stile “la volpe e l’uva”, di una sconfitta che viene negata.

Il social network con oltre un miliardo di utenti ha ormai 9 anni. E deve capire quali ambizioni ha da grande nell’era Mobile, dove hanno successo piccole apps e non grandi colossi. Il numero uno dei social network, che dalla pubblicità ottiene l’85% dei ricavi, sta mostrando tutti i suoi limiti: il flop di Htc First e la tiepida accoglienza dell’app Facebook Home sono sotto gli occhi di tutti.

Le ambizioni di espandersi nel Mobile in maniera forte e di sfidare Google nel Search, sembrano al momento velleitarie, secondo i detrattori. Il social network da 100 miliardi di dollari di valore di capitalizzazione, sembra ormai un sogno dei tempi andati. Ma Facebook ha ancora alcune cartucce: 9 miliardi di dollari da spendere in M&A, anche se si è fatto “soffiare” da Google l’acquisizione della startup israeliana Waze.

Ma, secondo Nielsen, gli utenti spendono più tempo su Facebook che sui siti della concorrenza. Gli utenti che hanno visitato il sito ogni giorno sono aumentati al 59.9%, rispetto al 58.3% del quarto trimestre. Secondo Pew, Facebook vanta un’utenza giovane, quella dei teenager, molto appetibile per gli inserzionisti, anche se i ragazzi preferiscono passare più tempo su Instagram e nel Mobile le alternative incalzano (dalla giapponese Line con 140 milioni di utenti a SnapChat con 50 milioni di utenti).

L’advertising Mobile detiene il 30% della torta del fatturato pubblicitario di Facebook. La crescita dei ricavi è inferiore a quella due anni fa, e la popolarità di nuove apps nel Mobile mette il social network sotto pressione. Ma secondo Zuckerberg nessun servizio, anche se di successo, sembra minare al momento la popolarità di Facebook. Nell’ultimo anno i “Like” sono aumentati del 50%. Zuckerberg, invece, ora vorrebbe chiudere la querelle su Prism e NSA, offrendo maggiore trasparenza sulle richieste del governo in merito alla sicurezza nazionale.

Mark Zuckerberg: Facebook incontra gli investitori per la prima volta
Mark Zuckerberg: Facebook incontra gli investitori per la prima volta
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore