Facebook e la privacy: la parola al Garante

Autorità e normativeSorveglianza

Il Garante della Privacy detta le raccomandazioni per utilizzare i social network come Facebook, senza rimanere irretiti dal Web 2.0. Uso consapevole e buon senso in primis

Sei milioni e mezzo di italiani con un profilo su Facebook, sono una fonte di preoccupazione per il Garante della Privacy italiano. Ma gli italiani che hanno dato fiducia al sito do social network, sono consapevoli dei rischi che corrono i loro dati sensibili online ?

A questo ed altri simili interrogativi, cerca di offrire una risposta il Garante della Privacy, Francesco Pizzetti: senza demonizzare il Web 2.0 e i social network, bisogna usare i siti come Facebook e MySpace con buon senso e grande consapevolezza.

Il Garante raccomanda autogoverno: riflettere su quali dati dare in pasto e quali sarebbe meglio evitare di rendere pubblici. Ricordarsi che su Internet, ciò che cancelliamo oggi, potrebbe riemergere domani dalla Cache di Google o dai motori di ricerca.

Ma il Garante parla non solo agli utenti, ma soprattutto a chi gestisce le piattaforme di social network: Facebook e siti del Web 2.0 devono rispettare le normative sulla privacy; devono informare gli utenti sulle conseguenze e sugli effetti dell’upload di informazioni (foto eccetera) personali; gli utenti devono essere messi nella condizione di scegliere il livello di visibilità del proprio profilo, optando per l’esclusione dai motori di ricerca (a meno che uno non dia consenso esplicito per finire su Google, Windows Live o Yahoo!).

Mauro Paissan, membro dell’Authority del Garante, ricorda che c’è una generazione che rischia di non trovare lavoro, a causa delle opinioni o delle “notti brave” raccontate online, magari anni prima. E’ vero che ci sono blogger che trovano lavoro grazie alla Rete, ma è pur sempre vero il contrario: a tanti social networker vengono rifiutati lavoro, perché troppo disinibiti sul Web. La privacy, insomma, è una faccenda seria: non mettiamola in svendita, per farsi belli su Facebook.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore