Facebook guarda al Medio Oriente, ma occhio alla privacy

Autorità e normativeSorveglianza

Il popolare sito di social network parla in arabo e ebraico, per conquistare un pezzo del mercato Emea. Il Garante Privacy italiano rinnova l’invito a prestare attenzione a cosa si uploada sul Web 2.0: la Rete non è un giocattolo e ha memoria d’elefante

Facebook, che ha oltrepassato i 175 milioni di utent i nel mondo (è più popolato del Pakistan) e detiene il 29 per cento degli utenti globali, mentre MySpace si ferma al 22.4 per cento, ora guarda al Medio Oriente, una nuova fetta del mercato Emea per crescere. Facebook ha infatti lanciato le localizzazioni in arabo e ebraico.

Ma il Garante della Privacy italiano da tempo si dice preoccupato per un’intera generazione che parla più su Facebook che faccia faccia con gli amici in Real Life: il rischio che che corre questa generazione 2.0, è di pentirsi in futuro per ciò che dice, scrive e uploda sul sito di social network: il Garante Francesco Pizzetti rinnova l’invito a non dare in pasto al Web informazioni private e sensibil i. Già ha rilasciato alcune importanti raccomandazioni per la Privacy , ora sottolinea perché è tanto preoccupato: la Rete ha memoria d’elefante (i motori di ricerca ricordano ancira di più), e non conosce l’oblio. “Siamo noi stessi a mettere in Rete continuamente fatti che ci riguardano; la Rete non è un giocattolo e, pur essendo una grande opportunità, dobbiamo essere sempre consapevoli ciò che mettiamo al suo interno vivrà di vita propria e fuggirà al nostro controllo” spiega Pizzetti, e conclude: “Rischiamo di essere la prima generazione destinata a portarsi dietro tutto il proprio passato, poiché l’uso sempre più massiccio della Rete e dei social network rende i dati incancellabili“.

Nell’era di Facebook, i Social network sono più populari dell’email. Lo afferma uno studio di Nielsen (Pdf) secondo il quale il 66.8 per cento degli utenti Internet mondiali nel 2008 aveva accesso a comunità social networek, contro il 65.1 per cento di chi ha accesso all’email.

Leggi anche: Privacy fai-da-te con il toolkit di Eff

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore