Facebook guarda all’advertising e a Est: Russia, Cina e Giappone

AziendeMarketingSocial media

Facebook cresce del 3% a settimana e per mantenere questo ritmo deve buttar giù la “cortina di ferro virtuale” che finora ne ha frenato l’avanzata ad Est

Mentre fervono le polemiche sul blocco da parte di Facebook delle applicazioni Facebook di Twitter, il Ceo di Facebook Mark Zuckerberg è in tour in Europa e dà interviste ai giornali. Come al solito spiega che il “concetto di privacy” sta evolvendo: per un 60enne la riservatezza è un valore, per un 40enne anche, per un 20enne come lui la privacy è demodè e old-fashioned: insomma, fuori moda e “roba da vecchi”.

Il Financial Times riporta che Mister Facebook si è però sbottonato un po’ di più sulla roadmap futura in occasione del Cannes Lions advertising festival: Facebook, pr essendo prossimo ai 500 milioni di utenti, vuole ancora crescere e perciò guarda a Est: anche se esiste una cortina di ferro virtuale, che finora ha impedito a Facebook di valicare i confini di San Pietroburgo (in Russia Facebook non è ancora stato sdoganato), il sito di social network punta su Cina, Russia, Giappone e Sud Corea per conquistare nuovi utenti.

Anche Internet mobile traina Facebook, oltre all’internazionalizzazione (soprattutto in lingua francese, spagnolo, turco e indonesiano).

Facebook cresce del 3% a settimana e vuole mantenere questo ritmo lineare. Facebook, che in Europa ha fatto fuori concorrenti forti come MySpace (di Rupert Murdoch) e Bebo, a Est deve vedersela con avversari agguerriti come il giapponese Mixi, Tencent QQ in Cina e Vkontakte in Russia.

Ma Facebook non si sente più solo un social network, un’agorà pubblico dove socializzare, bensì un “media technology company” in cui “la pubblicità cambierà completamente in funzione dei social network, diventerà sempre più interattiva e personalizzata” (Fonte: La Repubblica).

I concorrenti di Facebook nel mondo
I concorrenti di Facebook nel mondo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore