Facebook lancia Deals nel mobile, smentisce il Facebook-fonino e nega che iPad sia mobile

ManagementMarketingNetworkSocial media
Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, vuole Blackberry?

L’ultimo upgrade di Facebook si chiama Deals, servizi mobili dedicati ai 200 milioni di utenti che utilizzano il social netowork in mobilità. Niente Facebook Phone per ora. iPad? Per Mark Zuckerberg non è mobile

Facebook ha triplicato gli utenti mobili (passando dai 65 milioni di un anno fa ai 200 milioni di oggi) e rilancia sul mobile. In una conferenza stampa nel quartier generale di Palo Alto, Facebook, dopo aver risolto l’ultima “gaffe privacy” (cacciando gli sviluppatori “infedeli” che hanno venduto dati personali ad aziende pubblicitarie), torna a parlare di tecnologia nel mercato del Mobile in grande crescita. Mark Zuckerberg, Ceo del social network, smentisce inoltre di avere in cantiere il chiacchierato Facebook phone (a Facebook interessa non uno smarphone, ma solo il software per il mobile) e nega che il tablet Apple iPad sia mobile. Facebook per iPad non arriverà in quanto iPad, secondo Zuckerberg, non è mobile, ma un computer (punto e basta).

L’accesso dal mobile diventa semplice: niente nome e cognome, ma solo il bottone “autorizza”. Facebook diventa una piattaforma orizzointale per Android, Apple iPhone, Windows Phone 7 e Blackberry.

L’ultimo upgrade di Facebook si chiama Deals: si tratta di servizi mobili per i 200 milioni di utenti che utilizzano il social netowork in mobilità. Facebook ha creato nel suo “feudo” una strada per lo shopping abbinata a Facebook Places (in italiano: Facebook Luoghi, che sfida FourSquare). Deals è l’equivalente di un’avenue per retailer (con 22 partner da Macy a Gap) per offrire affari e sconti ai clienti geo-localizzati con Places su smartphone. Se su Facebook funzionano il buzz e il passa-parola, Deals porta l’e-commerce al posto giusto nel momento giusto: Facebook Deals è un programma di “instant coupon” o sconti da spendere subito per smartphone, geo-localizzati attraverso Facebook Places (Luoghi). Deals potrà essere usato anche per la beneficenza. Deals consente inoltre di vedere cosa offrono i negozi nelle vicinanze e condivderi gli “affari” con i propri amici.

Facebook Luoghi permette di segnalare agli amici di social network dove ci si trova via smartphone, di taggare gli amici con cui ci si incontra, di consigliare locali (bar, ristoranti, posti eccetera) nelle vicinanze, condividendo le informazioni nei messaggi di stato. Chi effettuerà il check-in in negozi appartenenti al Deals, riceverà promozioni e offerte.

Infine Facebook ha raggiunto un accordo con Electronic Arts (EA). I giochi di EA, colosso dei videogame per pc e console (messo soto pressione da Farmville e dal gaming per smartphone), potranno essere comprati su Facebook grazie ai Facebook Credits, la moneta virtuale del social network.

Mark Zuckerberg svela Facebook Deals per il mobile
Mark Zuckerberg svela Facebook Deals per il mobile
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore