Facebook misura la Felicità lorda degli Usa al posto del Pil

Management

Scienziati provano a misurare lo stato della felicità su Facebook, per calcolare la Felicità lorda degli Usa

Il “feticismo del Pil” sta facendo il suo corso? Ancora è presto per dirlo. Ma l’Università dell’Oregon sta mettendo a punto un indicatore della Felicità, in grado di estrapolare e pesare alcune espressioni dal sito di social network più popolare. Facebook, con i suoi 300 milioni di abitanti online, è ormai più popolato del Pakistan ed eguaglia in numero di abitanti virtuali gli States: spiarne i movimenti di opinione, significa carpire un pizzico della Weltanshaungdi un’enorme fetta della popolazione globale.

Dallo United States Gross National Happiness Index (una sorta di Pildella felicità:felicità lorda degli Usa), lo studio cerca di capire come se la passano gli utenti online, al di là dei classici indicatori economici.

Dagli Wow o dai Sigh della Rete, ilNew York Times crede che si possa misurare lo stato della felicità dei cyber-navigatori. Per ora la Felicità vince a Natale, nel Thanksgiving day e nei pic-nic del Giorno dell’Indipendenza, e si annida nei week-end: non dubitavamo del risultato empirico, ma c’è di più.

Dalla differenza fra stati positivi e negativi, è possibile ricavare un indice della Felicità? Attualmente il metodo è rozzo, ma potrebbe evolvere con software più sofisticati. Per il momento la ricerca dimostra, comunque, che gli scienziati hanno voglia di dare a loro modo l’addio (almeno parziale) agli indici economici tradizionali, che misurano tutto tranne la Felicità (che è un diritto per i cittadini a stelle e strisce), per approdare a nuove misurazioni in Real Time, più vicine alla sensibilità comune degli utenti in Rete.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore