Facebook: per 350 milioni di utenti, più privacy, meno geo-reti

Autorità e normativeSorveglianza

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, ha scritto una lettera aperta, annunciando che gli utenti sono cresciuti da 300 a 350 milioni. Ora c’è bisogno di più privacy. Addio alle reti geografiche

Facebook raggiunge un nuovo traguardo: 350 milioni di utenti, dai 300 milioni precedenti. Il popolare sito di social network, già parola-chiave su Google Zeitgeist 2009 , è ancora in rapida ascesa.

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, ha scritto una lettera aperta , annunciando che è l’ora di offrire più privacy ai suoi utenti e l’addio alle reti geografiche. La nuova policy per la privacy era stata presentata nei mesi scorsi.

In poche parole Facebook abbandonerà il sistema delle reti geografiche (che coprono intere nazioni, troppo amplie in un social network), mentre agevolerà la gestione della privacy, per consentire agli utenti di decidere chi può vedere i propri contenuti.

Facebook, come Twitter, sta studiando prove di monetizzazione, tramite partnership con i motori di ricerca: ma all’apertura ai search engine, deve corrispondere una maggior tutela della privacy degli utenti.

La sorpresa non sono i 350 milioni (erano nell’aria, a poche settimane dal raggiungimento dei 300 milioni, dopo i 250 milioni di pochi mesi fa).Facebook era cresciuto da 200 a 250 milioni di utenti attivi in poche settimane e negli ultimi 18 mesi è stato tradotto in 64 lingue.

Di’ la tua in Blog Cafè: Lettera aperta da Facebook

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore