Privacy, Facebook riconosce i volti in automatico

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSocial mediaSorveglianza
Facebook

Con il foto tagging Facebook sposa il riconoscimento facciale sulle fotografie digitali degli utenti. L’opzione del social network sotto la lente della Federal Trade Commission. Sophos lancia allarme privacy

Dal “libro delle facce” al riconoscimento facciale, il passo è breve. Facebook, il social network con oltre 500 milioni di utenti, riconosce i volti in automatico, mettendo una nuova “ipoteca” sulla privacy degli utenti. Ma vediamo come funziona. La funzionalità “Tag Suggestions” utilizza la tecnologia di riconoscimento facciale per accelerare il processo di “etichettare” con i Tag gli amici e i conoscenti che appaiono in foto postate su Facebook.

Gli esperti di sicurezza di Sophos hanno pubblicato un post sul blog per avvisare gli utenti dell’abilitazione su Facebook dell’opzione di “facial recognition”. Ciò è avvenuto “in sordina”, senzache gli utenti ne venissero preventivamente informati. “Ancora una volta sembra che Facebook stia erodendo la privacy online dei suoi utenti in modo furtivo” ha scritto Graham Cluley, consulente senior presso Sophos.

Facebook, che aveva annunciato a dicembre il progetto di introdurre il servizio negli Stati Uniti, era a conoscenza del fatto che la tecnologia fosse ormai diisponibile su vasta scala. Il suggerirmento di foto-tagging suggestions avviene solo quando vengono aggiunte nuove fotografie digitali su Facebook. Gli utenti possono disattivare l’opzione configurando i setting della privacy .

Ma il photo-tagging può essere “esplosivo”, visto che ogni giorno sul sito di social network il 99% degli utenti uploada 100 milioni di fotografie (dati: 2010). E gli utenti di Facebook sono oltre 500 milioni, ben oltre quelli di Google Picasa o Apple iPhoto.

Inoltre Electronic Privacy Information Center osserva che il software di Apple iPhoto offre agli utenti il controllo sulla tecnologia di riconoscimento facciale permettendo loro di scegliere se usare o no la tecnologia nelle collezioni personali di foto. Invece la tecnologia del social network opera in maniera indipendente, e questa pratica è finita sotto la lente della statunitense Federal Trade Commission (FTC).

Riconoscimento facciale su Facebook
Riconoscimento facciale su Facebook
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore