Facebook, Skype e Microsoft: la videochat sul social network

AziendeMarketingNetworkSocial mediaVoip
Mark Zuckerberg, Ceo Facebook

Il Ceo Mark Zuckerber aveva promesso una novità eclatante per rispondere a Google+. E Facebook apre la video chat grazie a uno storico accordo con Skype e sfida Google+ proprio nelle video chiamate introdotte da Google per i suoi Circles. Gli utenti di Facebook potranno effettuare una videocall fra di loro senza dover uscire dal social network, ma anzi continuando ad utilizzare il sito.Per i quasi 750 milioni di utenti di Facebook è una novità attesa. Se Facebook apre a Skype è perché nasce la concorrenza nel mercato social. Per Google però significa che Facebook può contare su un alleato in più: Microsoft. Il colosso di Redmond, che da anni possiede una piccola fetta di Facebook, ha usato questa leva per promuovere l’intesa con Skype, acquisita per 8,5 miliardi di dollari proprio da Microsoft (per strapparla sia a Google che a Facebook). Facebook, Skype e Microsoft, è il nuovo “triangolo delle Bermude” social, da cui Google dovrà guardarsi?

Poche settimane fa ritornava sulla scena hi-tech, per poche ore “rubate” alla filantropia, Bill Gates, il co-fondatore di Microsoft, per definire grande l’acquisizione di Skype da parte di Microsoft. Bill Gates si congratulava con il suo colosso di Redmond per aver portato a casa il campione del Voip e della video-chat, un’azienda con tante frecce ha al suo arco nel settore dell’innovazione. Bill Gates aveva usato tutto il suo “peso” e carisma per appoggiare il Ceo Steve Ballmer in questa mossa, anche perché come non mai il software è più importante oggi che in passato“; inoltre Gates prevede che la video conferenza diventi un mercato più grande di quello attuale. Secondo la società di analisi Ovum il mercato crescerà del 5.79% ogni anno fino al 2016, rendendo la videoconferenza uno dei segmenti a più rapida crescita del mercato ICT globale.

Poche settimane dopo, la videochiamata di Skype sbarca su Facebook proprio mentre il sito del social networking, numero uno al mondo, deve per la prima volta rinocorrere la concorrenza: guarda caso Google, l’arci-rivale di Microsoft (ma anche di Facebook nel mercato dell’advertising), che ha appena lanciato Google+ con tool per video chat. Insomma, nasce la concorrenza sul mercato social, e a gettare un’ancora a Facebook arriva quella Skype appena acquisita da Facebook.

Solo un caso? No di certo, visto che Microsoft è uno dei primi investitori di Facebook, dal 2007 circa, quando pagò 240 milioni di dollari per l’1.6% del sito valutandola 15 miliardi di dollari.

Di recente Bing ha aggiunto i dati di Facebook (come ristoranti, brand e link degli amici) per rendere i risultati del motore di Microsoft più social. I viaggi su Bing permetteranno agli utenti di confrontare i viaggi con gli amici di Facebook e ricevere suggerimenti. Per Bing l’accordo con Facebook è un vantaggio rispetto a Google. Ma soprattutto, ora il “triangolo Facebook, Skype e Microsoft” diventa un scoglio per i progetti di Google+.

Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook
Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook

Microsoft ha trovato in poche settimane il modo di far fruttare la (costosa) acquisizione di Skype, integrando il Voip con Facebook. Vediamo in che consiste la partnership. Facebook ha dato il via al Rollout Season 2011 con la risposta ai Videoritrovi di Google+: la funzione di Video Chiamata accessibile via Skype. Finora, se due utenti Facebook volevano fare una video chiamata, dovevano uscire da Facebook e lanciare Skype, Facetime di Apple, Google Talk o altro. Invece ora basta scaricare un piccolo plugin e il gioco è fatto. Vi si accede dal tab della chat: iniziate una normale conversazione in chat, cliccate sul pulsante Video Chat e iniziate.

Con la videochiamata, Facebook ha annunciato la possibilità di aprire chat di gruppo e la messaggistica di gruppo.
I primi test dimostrano che la qualità video è lievemente inferiore rispetto a iChat/FaceTime, ma risulta abbastanza funzionale e il procedimento è semplice ed intuitivo. Scrive Gizmodo: “Il plugin richiesto assorbe circa il 30% della CPU durante una chiamata ed è un po’ troppo. In più, la separazione del video dalla chat testuale è fastidiosa: sarebbe stato meglio avere tutto insieme”.

Secondo Facebook, la video chat è un servizio semplice, proprio a portata di tutti. Infatti grazie alla versione ottimizzata di Skype per Facebook, attivare la video call è veloce: l’utente deve limitarsi ad assicurarsi che il proprio status nella chat sia impostato su “online” e sarà pronto per la video chiamata. Si può avviare una videochiamata su Facebook direttamente dalla casella di chat o altrimenti cliccare sul profilo dei propri contatti. Se i propri amici sono online il pulsante “Chiama” apparirà in alto a destra del pagina del profilo. Nel caso che la persona chiamata non risponda, l’utente può registrare un messaggio video che resterà attivo fino a che il proprio contatto non avrà controllato i messaggi in attesa di risposta.
L’internazionalizzazione di Facebook prosegue: da oggi è aperto in 70 lingue e nelle prossime settimane raggiungerà i 750 milioni di utenti.

La video chat di Skype su Facebook
La video chat di Skype su Facebook

Quali saranno i prossimi passi? Il capo del dipartimento consumatori di Skype, Neil Stevens, ha confermato che il prossimo passo dell’accordo tra Facebook e Skype saranno le chiamate verso l’esterno, ovvero verso i telefoni. Riporta Gizmodo: “Stevens ha dichiarato che ovunque gli utenti vedranno un numero di telefono su Facebook potranno cliccarci sopra e iniziare una normale telefonata“. Un servizio a pagamento, com’è già con Skype Out, ma in grado (forse) di sfruttare i crediti di Facebook. Dunque Facebook otterrebbe un altro modo di monetizzare la sua enorme popolarità. Altra opzione futuribile, anche se meno richiesta al momento, saranno le video chat di gruppo. Se Google+ fa sul serio a contrastare Facebook, il social network da 750 milioni di utenti vuole usare tutte le sue partnership per mantenere le distanze da Google, diventata con Plus aggressiva sul terreno social. La guerra dei social network è appena iniziata. E la lista dei nemici di Google vede allearsi tre insoliti amici: Facebook, Skype e Microsoft.

Dì la tua nel Blog Vista dall’Alto: Skype su Facebook, partita a scacchi Microsoft-Google

Facebook - Skype, i prossimi passi dell'accordo
Facebook - Skype, i prossimi passi dell'accordo
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore