Facebook vuole aprire ufficialmente ai bambini

MarketingNetworkSocial media
Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook, va in Sud Corea: incontra Samsung

Il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, dichiara che aprirà le porte del suo social network ai bambini sotto i 13 anni, puntando sull’istruzione come leva per fare business. Ma lo scontro con associazioni e governo americano è alle porte

Dopo aver scoperto che i minori su Facebook abbondano, Facebook aprirà le porte definitivamente ai bambini sotto i 13 anni, cosa finora proibita dalle policy. Ma Facebook non pensa a Farmville o all’intrattenimento, bensì all’istruzione 2.0: “L’educazione è chiaramente l’elemento più importante che guiderà la crescita dell’economia nel lungo termine“, ha puntualizzato il Ceo Mark Zuckerberg su Fortune, pensando di traghettare Facebook nell’education, per consentire agli alunni di imparare in maniera “orizzontale”, fra studenti, e non solo nella logica verticale (da docente ad alunni).

Ma l’apertura di Facebook ai minori di 13 anni potrebbe trovare un ostacolo nel Children’s Online Privacy Protection Act (COPPA), che afferma l’obbligo di respingere al mittente le richieste di iscrizione ai siti web da parte di utenti sotto ai 13 anni. Ma Facebook è pronto a dare battaglia alle severe legislazioni: “Se le restrizioni saranno eliminate inizieremo a studiare per come lavorare. Possiamo prendere molte precauzioni circa le sicurezza dei più piccoli“. Dopo aver recitato il “requiem” della privacy, salvo fare inversione a U dopo alcune note gaffes, Zuckerberg sta per intraprendere una nuova crociata: portare i bambini sui social network.

La potente associazione statunitense dei consumatori, Consumer Reports, aveva denunciato che sul sito di social network 7.5 milioni di minorenni hanno meno di 13 anni e, fra questi, 5 milioni sotto gli undici anni. Il direttore del New York Times nei giorni scorsi ha scritto di aver aiutato sua figlia teenager ad aprire un profilo sul social network da 500 milioni di utenti, ma poi è stato colto da alcune remore. Su Facebook esistono gruppi di latinisti come gruppi per il planking, dunque, per i genitori Facebook non è più sicuro del Web.

Dì la tua in Blog Café: Bambini su Facebook, la determinazione di Zuckerberg

Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook
Mark Zuckerberg, Ceo di Facebook
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore