Un consorzio cinese alla conquista del browser Opera

AcquisizioniAziende
Fallisce l'acquisizione cinese di Opera
0 1 Non ci sono commenti

Opera Software era nel mirino di un consorzio cinese per 1,24 miliardi di dollari. Fallito il takeover, verrà acquisito il business di browser e app

Un consorzio cinese ha provato ad acquisire Opera Software per 1,24 miliardi di dollari, con un premio del 46% sul prezzo di listino. Ma il takeover asiatico del browser norvegese è fallito, invece verrà comprato il business del browser per navigare in Rete, su desktop e mobile.

Fallisce l'acquisizione cinese di Opera
Fallisce l’acquisizione cinese di Opera

In alternativa, il consorzio, che include le aziende di ricerca e sicurezza Qihoo 360 Technology e Beijing Kunlun, distributore di giochi online e mobile, si è accordto per acquisire parti del business consumer di Opera, incluso il browser e l’app, per 600 milioni di dollari.

Secondo Net Applications, il browser norvegese detiene il 2,01% di market share a maggio contro il 41,71 % di Google Chrome e il 41,33% di Microsoft Edge – Internet Explorer, mentre Firefox è sceso al 10,06%.

Nel mobile, Google ha da tempo detronizzato i suoi concorrenti: detiene il 49,48% del mercato browser, mentre Safari rimane al 29,12%. Opera si distingue al 6,25%, invece Firefox fa solo testimonianza con un modesto 0,72%.

Nel 2012, Opera Software era stata nel mirino del social network Facebook. La casa norvegese del browser ha “reinventato” il browser mobile, prima di Chrome.

Il fatturato dell’azienda sale da 570 milioni a 605 milioni di dollari quest’anno.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore