Fastweb e Telecom Italia Sparkle, niente commissariamento

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e FinanzaNormativa

L’autosospensione di Parisi dal ruolo di Ad di Fastweb ha permesso al Gip di Roma di evitare di inoltrare la richiesta di commissariamento

Grazie ad alcune mosse messe a segno dai management, sfuma l’ipotesi di commissariamento che gravava come una spada di Damocle su Fastweb e Telecom Italia Sparkle. L’Ad di Fastweb, Stefano Parisi, si è auto-sospeso. Lo riporta Radiocor.

L’autosospensione di Parisi dal ruolo di Ad di Fastweb, almeno fino al chiarimento della vicenda giudiziaria, ha permesso al Gip di Roma di evitare di inoltrare la richiesta di commissariamento, ha permesso ai Pm di Roma di evitare di inoltrare la richiesta di commissariamento, che rappresentava una grande incognita per il futuro di Fastweb.

Anche Telecom Italia avrebbe raggiunto un accordo con il Gip di Roma: Finora sono slittati i conti della trimestrale di Telecom Italia a causa del “caso Sparkle”. Nei giorni scorsi era uscito Silvio Scaglia dal Cda, per alleggerire la situazione di Fastweb.

I dipendenti Fastweb difendono l'azienda sulla stampa
I dipendenti Fastweb difendono l'azienda
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore