Fastweb tra gli operatori mobili virtuali entro giugno

NetworkProvider e servizi Internet

Il mercato Mvno registra l’ingresso dell’operatore della banda larga con prefisso 373. In progetto c’è l’integrazione della nuova rete mobile con la propria piattaforma a banda larga

Fastweb diventerà entro giugno operatore mobile virtuale, dopo Coop, Carrefour e Poste Italiane. L’operatore broadband italiano ha scelto Nokia Siemens Networks quale partner tecnologico nel suo nuovo servizio mobile che verrà lanciato nel corso del 2008.

Nokia Siemens Networks, infatti, metterà a disposizione di Fastweb il proprio pacchetto di soluzioni, prodotti e servizi dedicati allo sviluppo di reti convergenti fisso/mobile. Ciò permetterà il lancio di servizi mobili integrati con servizi avanzati a larga banda.

L’ingresso di Fastweb nel mondo dei Mobile Virtual Network Operator si basa sul recente accordo firmato con 3Italia, Gruppo Hutchinson Whampoa e consentirà all’azienda di offrire servizi mobili (voce, dati e video) attraverso un proprio prefisso (373).

Fastweb, che vanta oltre 1,3 milioni di clienti in Italia, integrerà ora la nuova rete mobile con la propria piattaforma a banda larga.

Nokia Siemens Networks fornirà la soluzione di controllo di rete basata sulla piattaforma Intelligent Service Node (Flexi ISN) entro il primo trimestre dell’anno, perfettamente in linea con i piani di FASTWEB che prevedono il lancio del servizio MVNO per la seconda metà dell’anno.

L’accordo prevede, inoltre, una serie di attività a supporto del lancio del servizio MVNO da parte di Fastweb, in aggiunta all’installazione e alla messa a punto della rete.

Questo garantirà una rapida costruzione della rete, consentendo a Fastweb l’ottimizzazione dell’investimento e di concentrarsi sul proprio core business e al contempo introdurre nuovi servizi a tutto beneficio della clientela finale.

La piattaforma Flexi ISN consente agli operatori di gestire adeguatamente il traffico IP e la crescita del volume del traffico dati atteso, ottimizzando lo sfruttamento delle risorse di rete. Questa soluzione consente all’operatore di differenziare la tariffazione sulla base delle caratteristiche dei servizi richiesti dal cliente finale.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore