FBI arresta hacker per truffa

Network

Luomo era già conosciuto per essersi introdotto nei computer della Nasa

Un californiano di 20 anni, rilasciato su cauzione dopo essere stato giudicato colpevole di essersi introdotto illegalmente nei computer della Nasa, lente spaziale americano, è stato arrestato dagli agenti dellFBI con laccusa di aver usato carte di credito rubate per trasferire denaro tramite il network di Western Union. Gli investigatori sono stati avvertiti da una società di telecomunicazioni di livello nazionale che stava conducendo uninchiesta interna per un furto dei suoi servizi di teleconferenza. La società ha avvertito LFBI dopo che gli addetti alla sicurezza interna, ascoltando le registrazioni di alcune telefonate, hanno scoperto due utenti parlare di una truffa ai danni della Western Union. Jason Allen Diekman, questo il nome delluomo, rilasciato in novembre dietro il pagamento di una cauzione di 100.000 dollari, era stato condannato per pirateria informatica e per aver acquistato apparecchiature elettroniche per 6.000 dollari con una carta di credito rubata. Diekman, utilizzando nomi di battaglia come Shadow Knight o Dark Lord, in passato aveva anche violato i sistemi informatici dellUniversità di Stanford, riuscendo a ottenere il completo controllo di computer usati per sviluppare programmi che regolano lorbita di molti dei satelliti della Nasa stessa.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore