FBI, arrestati hacker di LulzSec e Anonymous

CyberwarMarketingSicurezza
Anonymous non ha leader

L’FBI avrebbe arrestato sei affiliati di LulSec, Anonymous ed Antisec. A partire da Sabu, il presunto leader di LulzSec, che ha tradito gli altri affiliati. Ma Anonymous sostiene di non avere leader

Storia di hacker e tradimenti. @anonymouSabu è controllato dai federali: Anonymous ne ha chiesto il blocco, dopo le rivelazioni odierne. Oggi si è scoperto che Sabu era stato arrestato mesi fa, ma ha tradito per mettere in trappola altri membri dei gruppi hacker, cui aveva partecipato. Ma riavvolgiamo il nastro dall’inizio, per capire che cosa è successo in questa storia di federali a caccia di hacker. LulzSec divenne famosa nella scena hacking un anno fa mettendo nel mirino Sony, la CIA, il Senato USA e l’ FBI, dopo aver attaccato Visa, MasterCard e PayPal in sostegno di WikiLeaks. Poco dopo la sua comparsa, LulzSec lasciò il campo (iniziarono allora le scorribande telematiche di Anonymous), dicendo che il suo tempo era passato: una meteora, ma ad alto impatto mediatico. Anonymous è invece diventata famosa per gli attacchi condotti a 360 gradi contro le ingiustizie: gli ultimi attacchi (o quasi, in ordine di tempo) sono stati condotti contro SOPA e ACTA.

Secondo l’FBI, oggi sarebbero stati arrestati  sei affiliati di LulzSec, Anonymous ed Antisec, a partire da Sabu, il presunto “capo” di LulzSec, che ha ammesso la colpevolezza di 12 diversi capi d’accusa. Il 28enne new yorkese, all’anagrafe Hector Xavier Monsegu, in arte Sabu, considerato il “Re di Anonymous”, dal 15 agosto 2011 lavorava con i federali per mettere a KO altri membri di alto livello di LulzSec.

Saibu è dunque il “traditore” che ha permesso di trarre in arresto gli altri ex complici: Ryan Kayla Ackroyd e Jake Topiary Davis, Darren pwnsauce Martyn e Donncha palladium O ‘Cearrbhail di Dublino, e Jeremy Anarchaos Hammond di Chicago.

Ma, come ha spiegato su Twitter, Anonymous non è affatto decapitata: perché Anonymous “è un’idea, un movimento, non un gruppo, senza capi e senza leader“: Anonymous si descrive come un’idra dalle cento teste, dove, tagliata una, ne spuntano due nuove.
Dunque Sabu, il “traditore”, ha messo fuori gioco 5 hacker di primo piano, ma Anonymous è molto più vasta di quanto l’FBI pensi. E la partita rimane aperta.

Anonymous non ha leader
Anonymous non ha leader
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore