FBI: grazie Microsoft

Sicurezza

La casa di Redmond premiata per la collaborazione prestata ai "Federali"

Non è facile assicurare alla giustizia gli autori dei crimini informatici. L’FBI c’è riuscita nel recente caso del pericoloso worm Zotob, catturando l’untore. Per arrivare a questo risultato, però, l’FBI non ha agito da sola: ha dovuto avvalersi per lo svolgimento delle indagini di tecnici “prestati” da Microsoft . Per questo il colosso di Redmond è stato premiato in questi giorni con un riconoscimento ufficiale per il prezioso aiuto, che ha confermato, se mai ce ne fosse stato bisogno, quanto stretti siano ormai i rapporti tra l’azienda di software e le autorità degli Stati Uniti.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore