Il fenomeno Pinterest in cifre e in infografica

AziendeMarketingMercati e FinanzaSocial mediaWorkspace
Un'infografica illustra il fenomeno Pinterest in cifre
2 15 Non ci sono commenti

Gli utenti usano Pinterest per trovare nuove idee per ricette, luoghi da visitare, oggetti da comprare o come fonte di ispirazione. Un’infografica spiega come

Pinterest è la piattaforma visual che permette di scoprire e organizzare le cose che piacciono agli utenti.Ma è anche un fenomeno nel panorama dei Social network: ha superato i 5 miliardi di dollari di valutazione; oggi è disponibile in 31 lingue differenti, compreso l’italiano; localizzata a settembre 2013, in Italia, ha registrato un incremento del 175% in un anno (febbraio 2013-febbraio 2014); a livello mondiale, il 75% del traffico di Pinterest proviene da dispositivi mobili; Pinterest vanta oltre 30 miliardi di pin. Ogni giorno gli utenti “pinnano” circa 1 milione e mezzo di luoghi, 5 milioni di pin riguardanti l’home decor e più di 2 milioni di contenuti dedicati alla moda. L’infografica illustra il fenomeno del social network Pinterest e aiuta ad utilizzare al meglio il social network: i Pin sono segnalibri visivi: le bacheche servono per raccoglierli per tema o argomento. Aggiungendo un Pin, si segnala un contenuto e lo si mette in condivisione. La condivisione avviene in Mobilità.

L'infografica che racconta il fenomeno Pinterest
L’infografica che racconta il fenomeno Pinterest

Gli utenti usano Pinterest per trovare nuove idee per ricette, luoghi da visitare, oggetti da comprare o come fonte di ispirazione. Ma ora Pinterest punta dritto sull’advertising. La startup di San Francisco cercherà anche di crescere nel numero di utenti, e svilupperà il prodotto per renderlo più semplice d’uso. A quattro anni dal debutto, l’azienda sta lanciando un servizio di pubblicità a pagamento, ma in modo diverso rispetto ai concorrenti:  Joanne Bradford ha spiegato che la pubblicità sul social network delle fotografie è pensata in modo tale da potersi trasformare quasi in opere d’arte. Gli utenti possono “spillare” virtualmente o copiare le immagini pubblicate sul sito ma etichettandole come “suggerite” sul lato inferiore. Si chiamano “prompted pins”, e il programma conta fra i clienti Kraft, Target, Gap, General Mills e Nestle.

Con Uber, Airbnb, Xiaomi e Dropbox, Pin rappresenta una delle cinque startup più promettenti nella scena IT.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore