Ferrari si raffredda con Apc

Aziende

Apc InfraStruXure con raffreddamento integrato è l’infrastruttura scelta
dalla scuderia Ferrari per il nuovo data center di maranello

La Scuderia Ferrari Marlboro ha scelto Apc per garantire la sicurezza del nuovo data center di Maranello. La soluzione implementata si basa su Apc InfraStruXure con raffreddamento integrato, in grado di raffreddare 20 kW (kilowatt) per rack. La soluzione costituirà l’infrastruttura fisica della piattaforma hardware di Ferrari che esegue le simulazioni di calcolo della dinamica dei fluidi (Cfd), essenziali per il disegno aerodinamico delle proprie vetture di Formula Uno. Il sistema di raffreddamento integrato include il condizionatore NetworkAir In-Row di Apc e il sistema Hot Aisle Containment. L’architettura Apc si caratterizza per l’estrema flessibilità e scalabilità ed è in grado di rispondere alle diverse esigenze delle aziende. Ferrari ha implementato un imponente supercomputer utilizzando cluster di server Linux basati su Amd Opteron per le simulazioni di calcolo della dinamica dei fluidi e per il sistema di storage correlato. Ogni rack installato genera 10 kW di carico di calore e InfraStruXure di Apc con raffreddamento integrato è risultato essere l’unica soluzione in grado di soddisfare le esigenze di Ferrari. “Il sistema InfraStruXure di Apc”, ha detto Antonio Calabrese, direttore dei sistemi informativi della Scuderia Ferrari, “ci garantisce la flessibilità per le nostre diverse esigenze di alimentazione dei computer, delle numerose applicazioni software e problematiche di implementazione, fornendoci allo stesso tempo un data center a elevata disponibilità. Oggi, i nostri processi di calcolo Cfd installati richiedono centinaia di KW di potenza. Apc e la sua soluzione modulare all’avanguardia InfraStruXure ci supportano appieno oggi e hanno la versatilità che ci serve per la nostra crescita futura”. “La gestione da parte di Apc dell’implementazione e della manutenzione del progetto,” ha concluso Calabrese “ci ha permesso di affidarci a un fornitore esperto per una soluzione chiavi in mano dell’infrastruttura fisica del nostro data center, che include alimentazione, raffreddamento, rack, gestione ambientale e sicurezza”.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore