Festa dei Pirati, la seconda volta a Roma

Autorità e normativeMarketingSicurezzaSocial mediaSorveglianza

La Festa dei Pirati si svolgerà il 20 marzo al Teatro Capranica a Roma. Presenti blogger, artisti, rappresentati di The Pirate Bay e del Partito Pirata svedese

A Roma si svolgerà la seconda edizione della Festa dei Pirati. Per discutere di P2p, file sharing, diritto d’autore, cyber-diritti, privacy in Rete. Il prossimo 20 marzo a Roma, a due passi da Montecitorio, al Teatro Capranica, per una giornata di incontri e dibattiti sulla libertà della rete.

L’evento è promosso da: Movimento ScambioEtico, Comunità TNT Village, Associazione Partito Pirata, Agorà Digitale, Linux Club Italia, Free Hardware Foundation, Altroconsumo, Alcei, Aduc, LPM (Live Performers Meeting), FLxER (Flash Video Mixer), Cantiere di Urban Experience, Libertiamo. Supportano la Festa dei Pirati: la Regione Lazio (Assessorato al Bilancio, Programmazione economico-finanziaria), Provincia di Roma (Assessorato alle Politiche del Lavoro e Formazione), Radio Radicale, in collaborazione con la casa editrice Cooper e nois3lab.

Scrivono gli organizzatori: “Oggi, nel mondo, la maggior parte dei contenuti che circolano in rete vengono scambiati con sistemi di file sharing. Fra le giovani generazioni, blog e social network si stanno affermando come un’alternativa ai grandi monopoli mediatici. La libera circolazione delle idee e dei materiali nel web è ormai un dato di fatto che deve aprire un vero dibattito politico e civile e che non trova soluzione in leggi repressive, di fatto aggirabili.
Alla seconda edizione della Festa dei pirati si approfondirà il dialogo fra i portatori delle istanze della rete e le istituzioni e i partiti politici, si analizzeranno le misure legali attuate dal governo in termini di regolamentazione di internet, si studieranno le possibilità democratiche aperte dai social network e si presenteranno alcuni dei software più efficaci sviluppati dalle comunità di hacktivisti per garantire l’anonimato e la libertà di navigazione degli utenti che vivono in paesi dove internet viene censurato. Al termine una grande festa fra performance artistiche, musica e installazion
i”.

Oltre a personalità politiche, parteciperanno alla festa anche rappresentanti del Partito pirata svedese e di The Pirate Bay, blogger di fama internazionale e artisti di avanguardia.

Festa dei Pirati a Roma
Festa dei Pirati a Roma
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore