FileMaker Mobile 8

Management

Il noto database rinnova anche la sua edizione dedicata ai palmari Pocket Pc
e Palm OS, per portare sempre con sé i propri dati

Alla dotazione iniziale di un palmare, specie se basato su sistema operativo Microsoft, manca spesso un’applicazione database. FileMaker ha quindi buon gioco nell’infilarsi in questa nicchia poco presidiata aggiornando all’edizione 8 anche il suo strumento per palmari. Va da sé che FileMaker Mobile necessita, per poter modificare la struttura di un database, dell’edizione desktop di FileMaker Pro e Pro Advanced 8, oppure della precedente versione 7, visto che i formati di file gestiti sono quelli con estensione fm7. L’applicazione è costituita da due componenti, installate rispettivamente sul Pc e sul dispositivo portatile. La prima si occupa di convertire i documenti in modo che siano visualizzabili sul palmare e, attraverso un apposito modulo di sincronizzazione, gestire gli aggiornamenti dei dati mantenendo uguali i due archivi, quello sul desktop e quello sul palmare. Le operazioni avvengono per mezzo della procedura di sincronizzazione standard via HotSync (PalmOS) e ActiveSync (PocketPc). Fin qui nulla di nuovo rispetto alle versioni precedenti che tra l’altro possono essere aggiornate al prezzo agevolato di 19,00 euro più iva. La prima novità salta all’occhio in fase di installazione: sei database preconfezionati e localizzati in lingua italiana, pronti all’uso anche con il palmare. C’è ad esempio un’applicazione per crearsi l’archivio dei film e una per le ricette di cucina, una per la gestione dei beni e una per l’archivio contatti, complete e pratiche da usare anche sul piccolo schermo del dispositivo portatile. Naturalmente possono essere personalizzate a piacere con FileMaker Pro 7 o 8. FM Mobile è naturalmente compatibile con le edizioni Pro 8, Pro 8 Advanced, Server 8 e Server 8 Advanced del database e consente anche la sincronizzazione con database remoti su host. Su PocketPc la procedura di installazione richiede diversi passaggi. Prima andrà installato il software su Pc, quindi si collega il palmare e si attiva in ActiveSync l’opzione per l’installazione del pacchetto sul dispositivo portatile. Convalidata questa procedura con il numero di serie si deve staccare e ricollegare il palmare, quindi abilitare la sincronizzazione della nuova voce relativa agli elementi FileMaker Mobile. Dal Pc si potranno scegliere i database da mantenere aggiornati su entrambe le macchine e le modalità di aggiornamento dei dati, bidirezionale o in un senso solo, con o senza duplicazioni di record. Questo in modo indipendente per ogni singolo database. È possibile anche scegliere di importare sul dispositivo mobile solo un sottoinsieme dei campi disponibili nell’archivio. Sul palmare il programma presenta all’avvio un’interfaccia semplicissima, che mostra i database compatibili presenti sul dispositivo in una o tutte le cartelle, consentendone l’apertura. Le ?viste? possibili sui dati sono di due tipi: a tabella o a modulo. La prima mostra in forma compatta l’elenco dei record per righe e colonne, mentre la seconda è la maschera di immissione, impostata per far apparire un record per volta. Sugli elementi dell’archivio è possibile effettuare ordinamenti e ricerche, cambiare l’ordine dei campi e modificare i parametri di visualizzazione. FileMaker Mobile supporta tipi di campi testo, numero, data e ora, ma non ordina correttamente numeri che non siano interi. Ogni campo è limitato a un massimo di 2 Kbyte e se un record supera questo limite non viene caricato sul palmare.

Votazione: 81

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore