Findomestic, a picco il grado di fiducia. Ma telefonia e tablet vanno in controtendenza

AziendeDispositivi mobiliMarketingMercati e FinanzaMobilityWorkspace
Sony Xperia Tablet Z è waterproof

Previsioni rosee per telefonia, tablet/e-book e fotocamere/videocamere. Per Findomestic prosegue la flessione di PC e accessori

Senza un governo l’Italia avrebbe perso un punto di PIL, secondo Squinzi, presidente di Confindustria. Ma l’assenza di un nuovo governo è costato caro: fatto crollare la fiducia degli Italiani, che non era mai scesa così in basso. Secondo Findomestic il grado di fiducia ha perso 2,88 punti, record negativo di sempre. Anche se l’incarico affidato a Enrico Letta e il superamento dello stallo, fanno sperare in un probabile recupero dell’indicatore. Ad aprile ha compiuto passi indietro anche la propensione al risparmio: i consumatori, pronti a risparmiare, sono l’11,4%, contro il 15,4% del mese di marzo. In tema di redditi, la crisi ridefinisce i confini della povertà: una famiglia viene considerata povera mediamente sotto i 1.350 euro al mese, passando dai 1.200 euro di chi vive da solo ai 1.450 euro di nuclei familiari composti da 2 o più percettori di reddito con 3 o più componenti.

Sul versante dei consumi, i grandi elettrodomestici, la telefonia, i tablet e i prodotti audio\video, invece, non arretrano. Gli italiani continuano a premiare il Mobile. Vedono rosa tre delle categorie prese in esame: telefonia, Tablet/e-book e Fotocamere/Videocamere. Prosegue la flessione di PC e accessori, seppur leggermente (da 18,5 a 17,8%). Per quanto riguarda l’ammontare di spesa, invece, gli italiani prevedono di spendere di più in telefonia (da 307 a 313  euro), mentre cala il budget relativo a PC e accessori, Tablet/E-book e Fotocamere/videocamere.

Findomestic vede rosa nella spesa tablet
Findomestic vede rosa nella spesa tablet
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore