Fintech, il 2015 è stato l’anno delle startup digitali nella finanza

AziendeStart Up
Bilancio positivo per Digital Magics
1 1 Non ci sono commenti

FinTech, internet of things (IoT), sharing economy e big data hanno dominato le conversazioni generate su Twitter in tema di innovazione e startup

Le startup digitali nella finanza, il FinTech, ma anche il foodtech, IoT, bigdata, bitcoin, sharing economy (l’economia della condivisione) hanno tenuto banco sui social network. Sono le conversazioni generate su Twitter in tema di innovazione e startup, emerse alla 2° edizione dell’analisi IBM-Talent Garden. FinTech, internet of things (IoT), sharing economy e big data hanno prodotto un milione di tweet nell’ultimo anno, inviati oltre 111mila utenti unici. Fra le città dell’innovazione, Brescia (23%) tallona Milano (29%) e sorpassa la Capitale (18%).

Fintech, il 2015 è stato l'anno delle startup digitali nella finanza
Fintech, il 2015 è stato l’anno delle startup digitali nella finanza

Lo studio ha analizzato le conversazioni (con i relativi hashtag) sui canali dei social media dei magazine digitali della comunità hi-tech nazionale. “Rispetto al 2014 abbiamo rilevato come esca dalla top ten delle discussioni il tema #opendata, per lasciare spazio a termini come #fintech e #IoT (InternetofThings) che si piazzano rispettivamente al 3° e 4° posto dopo #startup (47%) e #innovazione (17%). Entrano, invece, nei primi dieci, rispetto all’anno precedente, #bigdata, #droni (abbinato a #photo) e #foodtech” ha precisato Davide Dattoli, CEO e fondatore di Talent Garden.

“La ricerca – ha commentato Enrico Cereda, amministratore delegato di IBM Italiaci conferma il grande fermento sociale sui temi dell’innovazione e del digitale. Mi riferisco a quella parte del Paese che dimostra di avere precise competenze e che sui social dibatte, fa cultura e per questa via contamina a poco a poco l’intero tessuto. Cosa di cui c’è grande bisogno, per colmare i nostri gap e per fare sviluppo. Per questo – conclude Cereda – noi restiamo al fianco delle startup italiane e di tutti coloro che hanno idee da far crescere“.

Milano (29%) rappresenta la “città degli innovatori”, incalzata da Brescia (23%) che si mette alle spalle Roma (18%). Dominano le discussioni su Twitter nelle città del nord, ma anche le province non disdegnano di parlare di startup e innovazione. Il Mezzogiorno è rappresentato da Napoli, al 5° posto con il 3%, seguita da Palermo, quindicesima. Dietro a Napoli si mettono in evidenza Trieste, Vicenza, Firenze, Massa e Cremona.

Dall’esame dei tweet in base al genere, gli uomini sono in maggioranza (70%) e si focalizzano su argomenti tecnici e finanziari, mentre le donne – in crescita nelle startup – dimostrano maggiore propensione verso la condivisione, la creatività e la formazione.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore