Fisco, Sms per ricordare e browser aggiornati per sicurezza

Autorità e normativeTassazione
Fisco, Sms per ricordare e browser aggiornati per sicurezza
0 0 Non ci sono commenti

Entro il prossimo 1° dicembre, il sito dell’Agenzia delle Entrate sarà accessibile solo per gli utenti che hanno aggiornato ii browser. Equitalia lancia l’Sms – se mi scordo: ecco come attivarlo online

L’Agenzia delle Entrate adotta nuove misure di sicurezza: entro il prossimo 1° dicembre gli utenti dovranno aggiornare i browser obsoleti. Da questa data, per accedere ai servizi telematici, anche attraverso il nuovo Sistema pubblico di Identità digitale (SPID), l’Agenzia delle Entrate assicureranno connessioni più affidabili, seguendo le linee guida dell’Agenzia per l’Italia Digitale (Agid). Entratel e Fisconline attiveranno un check per verificare la versione browser impiegata e avviserà l’utente della necessità di effettuare un update del browser nel caso in cui non risulti compatibile con i nuovi standard di sicurezza.

Fisco, Sms per ricordare e browser aggiornati per sicurezza Intanto Equitalia lancia gli Sms – Se Mi Scordo per avvertire i contribuenti se si dimenticano di qualche scadenza. Si tratta di avvisi sull’apertura di una cartella, sulle irregolarità nei pagamenti o – per chi effettua pagamenti a rate – avverte se manca una rata per decadere. “Messaggi sul cellulare o posta elettronica per preannunciare una cartella, per ricordare a chi sta pagando a rate che ne manca soltanto una per decadere, ma anche segnalare che il pagamento delle rate non risulta regolare“, spiega una nota della società: l’iniziativa “rientra nella riforma messa in campo da Equitalia per fornire un nuovo servizio ai cittadini e strumenti più innovativi come ad esempio il portale responsive e l’app Equiclick“.

Si può avviare il servizio rivolgendosi ad uno dei 202 sportelli della società di riscossione oppure sul portale www.gruppoequitalia.it. Basta avere le credenziali e quindi accedere nell’area riservata e seguire le indicazioni per registrarsi. Dopo essere entrati sul portale, bisognaaccedere con le credenziali di accesso (SPID, Agenzia delle entrate, Inps e Carta Nazionale dei Servizi) all’area riservata. Si digita su “Se Mi Scordo”, inserendo il proprio numero di cellulare o l’indirizzo di posta elettronica. Si confermano e salvano i dati dopo aver letto l’informativa sulla privacy. Il contribuente riceve il codice di verifica con sms o email, dopodiché clicca di nuovo su “Se Mi Scordo” per attivare il servizio. L’utente può decidere se attivare il servizio che anticipa la cartella oppure quello relativo agli avvisi sulle scadenze delle rate.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore