Fitbit Blaze e Alta, focus su salute e fitness

Dispositivi mobiliMobility
0 1 Non ci sono commenti

VIDEO – Giovanni Bergamaschi, Country Manager di Fitbit Italia, spiega la strategia Fitbit sui nuovi modelli Fitbit Blaze e Alta, non proprio smartwatch ma strumenti per tutti al servizio di salute e wellness

Presentati a CES 2016, Fitbit Blaze e Alta più che smartwatch, veri feature-watch, sono ora disponibili sul mercato italiano. Il primo, Blaze al prezzo di 229,99 euro (IVA inclusa), Alta invece costa 139,99 euro. Bisogna essere chiari, Fitbit non propone ‘smartwatch’, ma prodotti specifici per il fitness e la salute. E in particolare Blaze e Alta sono indossabili che strizzano l’occhio a chi non può rinunciare all’eleganza di un oggetto bello da portare, oltre che funzionale. Ecco allora d’obbligo i cinturini intercambiabili, anche in metallo.

Blaze arriva con le funzionalità avanzate per gli allenamenti FitStar da visualizzare a video, PurePulse per monitorare il battito cardiaco e SmartTrack in grado di riconoscere gli esercizi e gli allenamenti. Si possono personalizzare le schermate a colori del dispositivo, decisamente più leggero del modello di punta che resta Fitbit Surge, l’unico con il ricevitore GPS (quello di Blaze è un GPS condiviso,non integrato) e dedicato agli atleti più impegnati.

Fitbit Blaze Lineup
Fitbit Blaze Lineup

La batteria di Blaze dura 5 giorni, e il dispositivo mantiene le notifiche di chiamate, SMS e alert di calendario. Fitbit ci tiene però a distinguere i propri prodotti dalla categoria smartwatch, un segmento su cui il futuro è tutt’altro che chiaro e il cui primo problema, se si vogliono dispositivi con tutte le funzionalità di uno smartphone, è proprio quello di autonomia scarsa, con un form factor ancora tutto da pensare, per competere con i veri orologi.

Giovanni Bergamaschi, country manager Fitbit Italia nella nostra videointervista è chiaro: “La nostra proposta non vuole essere onnicomprensiva, ma indirizzare bene, su un pubblico vasto, sia maschile che femminile, le esigenze relative all’attività fisica quotidiana e a parametri di base di salute, il sonno, il battito cardiaco, con un approccio però che vada incontro all’utente, e gli segnali le informazioni che contano, anche relative all’attività fisica, con l’obiettivo di motivare, uno strumento di base per raggiungere i propri obiettivi, anche di semplice movimento”.

Ecco quindi FitStar Personal Trainer per gli allenamenti con istruzioni e immagini sullo schermo attraverso tre dei più famosi esercizi di FitStar: Warm It Up (8 minuti), 7 Minuti di Workout e 10 minuti di addominali. A ogni persona, Fitbit offre la possibilità di personalizzare il proprio Blaze con cinturini in gomma di diversi colori (prezzo circa 30 euro), in pelle (100 euro), in acciaio (139,99 euro).

Fitbit Alta
Fitbit Alta

Fitbit Alta è invece un wearable da polso più semplice, più di un wellness wristband, un po’ meno di un feature-watch. E’ infatti un bracciale sottile, e pertanto molto ben indossabile anche con l’orologio, ma già con un proprio display (oled touch)e con caratteristiche avanzate come tutte le funzioni di monitoraggio dell’attività tipiche di Fitbit, ma non il rilevamento del battito cardiaco, quindi sì alle notifiche, sì ai richiami sull’attività da svolgere, sì a SmartTrack, ma senza i plus dei modelli top Blaze e ovviamente senza il supporto GPS di Fitbit Surge. Anche Fitbit Alta monitora il sonno notturno.

In video i due nuovi modelli e la strategia di mercato di Fitbit nelle parole di Giovanni Bergamaschi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore