Flurry: su smartphone il sorpasso delle apps su browser

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace
Yahoo! acquisisce Flurry, piattaforma di advertising e mobile analytics
0 0 Non ci sono commenti

Nel primo trimestre 2014, gli utenti Mobili hanno trascorso l’86% del tempo sulle applicazioni e non navigando sul web con il browser

Secondo la società d’analisi Flurry, su dispositivo Mobile gli utenti preferiscono lanciare apps invece di navigare sul Web via browser in mobilità. L’utilizzo delle apps Mobili sono più che raddoppiate nel corso del 2013, tanto che ogni categoria di singole apps ha mostrato una crescita, più o meno significativa. Scendendo nel dettaglio, gli utenti hanno lanciato apps il 115% delle volte in più rispetto ai 12 mesi precedenti.

La ricerca è stata condotta analizzando i dati di 400.000 apps tracciate da Flurry, un’azienda che aiuta a mettere l’analytics dentro le applicazioni.

Flurry: Su device Mobile gli utenti preferiscono le apps al browser sul Web
Flurry: Su device Mobile gli utenti preferiscono le apps al browser sul Web

Nell’arco del 2013, le categorie di maggior interesse sono risultate: messaggistica e social, utility e produttività, musica ed intrattenimento, lifestyle e shopping, giochi, sport, fitness e salute, news e riviste. Non stupisce che si piazzino ai primi posti, triplicate anno su anno, applicazioni social e di foto condivisione come Instagram, Vine, Facebook Messenger, SnapChat, WhatsApp, WeChat, KakaoTalk e Line.

L'utilizzo delle apps secondo Flurry
L’utilizzo delle apps secondo Flurry

Da sottolineare è il balzo del 149% delle apps della categoria produttività: del resto, smartphone e tablet – almeno in mobilità – stanno cannibalizzando i laptop. Ma anche l’incremento del 66% del gaming non è poco, soprattutto per chi temeva una saturazione del mercato videogiochi nel Mobile.

Il 2013 ha totalizzato 1.126 trilioni di sessioni, con una media al giorno di 3.085 miliardi di sessioni.  L’apice si è toccato il 31 dicembre 2013 con il record di 4.7 miliardi di sessioni app in un solo giorno.

Secondo la società, potrebbero rallentare i download delle applicazioni, ma su una più ampia base di utilizzatori di smartphone, la frenata non si noterà granché.

La crescita degli smartphone si dimezzerà nel 2014. La società d’analisi IDC prevede un incremento di appena il 6% degli smartphone dal 2018 e contro il 19% del 2014. Secondo Idc, Android manterrà lo scettro, visto che domina il mercato smartphone, ma calerà dal 79% del 2014 al 76% dal 2018. Apple iOS scenderà dal 15% al 14%. Windows Phone balzerà dal 3.9% al 7%. BlackBerry potrebbe arrivare a prefissi telefonici, crollando dall’1 allo 0,3 per cento. Infine: l’Appstore di Amazon ha triplicato le apps in un anno: 200mila applicazioni disponibili in oltre 200 Paesi, secondo il Ceo Jeff Bezos.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore