Formati Windows per Linux

Workspace

Turbolinux ha deciso di usare formati Windows nella nuova versione del
suo sistema operativo. Una decisione che ha fatto sorgere qualche
polemica?

Qualcuno la vede come una resa al “nemico”, altri un giudizioso gentleman agreement che favorirà gli utenti. Turbolinux ha acquistato da Microsoft la licenza per i codec di riproduzione di audio e video in formato Windows Media. L’accordo ha portato a Turbolinux 10 F, nuova versione del sistema operativo desktop per il mercato consumer. “Abbiamo diversi partner ? ha dichiarato Michael Jennings, portavoce di Turbolinux ? che ci hanno chiesto di portare questa tecnologia all’interno del nostro prodotto”. In tale versione si trova un jukebox, denominato Turbo Media Player, basato sul software open source Xine, in grado di riprodurre, oltre ai formati Microsoft, anche quelli RealNetworks e Apple, PowerDvd di CyberLink. Turbolinux 10 F, che supporta il player di iPod e le animazioni Flash, inizierà ad essere distribuito in Giappone il 28 maggio e negli Stati Uniti il 30 di giugno. Il pacchetto di aggiornamento verrà proposto da Turbolinux a un costo di 64 dollari. Nel prezzo è, ovviamente, compresa la licenza per i codec Windows e PowerDvd, che permette di riprodurre Dvd.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore