Forum Pa parte con il WiFi a scuola

AziendeCloudMarketingNetworkProvider e servizi InternetServer

Parte la ventiduesima edizione di Forum PA. Inizia con il via delle prenotazioni degli istituti scolastici per il WiFi in aula. Altri temi caldi sono il cloud computing nella Pa e la normativa

La 22esima edizione di Forum PA prende il via, con l’annuncio delle prenotazioni (aperte da oggi) per il WiFi a scuola. Lo avevano promesso il ministro dell’Innovazione Renato Brunetta e il ministro Mariastella Gelmini. Il ministro ha aggiunto da qualche ora: “Da oggi alle 12 diecimila scuole si potranno prenotare per avere la dotazione wi-fi“. Dopo la pagella online e le assenze via Sms con il portale Linea Amica, ora tocca al Wi-Fi sbarcare fra i banchi di scuola: anche perché serve a far funzionare la Lavagna elettronica Lim. A Forum Pa il ministro Brunetta ha ripetuto che la rete wi-fi a tutte le scuole italiane coprirà le aule e sarà accessibile agli studenti stessi. L’operazione di copertura WiFi sarà completata entro metà del 2012.Si tratta di un piano destinato a  “cinquemila scuole nei prossimi sei mesi e le restanti cinquemila nei restanti sei mesi successivi“. Il tutto avrà un costo di 5 milioni di euro.

Le scuole aderenti al progetto ”ScuolaMia‘’saranno le prime ad ottenere l’access point, destinato alla didattica. Entro il nuovo anno scolastico saranno circa 5 mila le scuole equipaggiate con hot-spot per la connessione WiFi. La scuola digitale oggi in Italia ha raggiunto queste cifre: 30 mila le lavagne elettroniche (Lim) già presenti nelle scuole italiane (e necessitano del WiFi); le scuole sono tutte connesse in rete; l’80% usa la Pec (posta elettronica certificata); entro il prossimo anno la Pec raggiungerà il 100% degli istituti; le scuole che hanno aderito al Progetto “Scuola Mia” sono circa 3 mila; quelle secondarie di secondo grado oltre 2 mila.

Altri temi caldi sono il cloud computing nella Pa, la digitalizzazione della giustizia, documenti elettronici e la dematerializzazione in vista di E-gov 2012; si parlerà anche di open data nell’era degli Open gov, InnovaScuola, Turismo, Pa e Trasparenza, ma anche privacy e sicurezza.

Il ministro dell’Innovazione e PA Renato Brunetta, all’apertura della 22esima edizione di Forum Pa 2011 all’Ad di Poste italiane, Massimo Sarmi, ha detto: “Estendiamo la Pec (la posta elettronica certificata) anche agli immigrati“. Brunetta poi ha spiegato che “l’implementazione della giustizia digitale riguarderà 40 tribunali al mese“. La Pec sarà obbligatoria per imprese e professionisti a partire dal prossimo 30 novembre e già in uso nelle Pa.

Entro l’anno il 100% dei servizi Inps sarà accessibile esclusivamente on line. Secondo il ministero dello Sviluppo economico, il 90% dei medici di famiglia usa i certificati digitali, che – insieme ai centri di prenotazione online e all’introduzione del fascicolo sanitario elettronico – dovrebbero tagliare i costi di 12,4 miliardi di euro in un anno. Il prossimo passo è quello delle ricette digitali, il secondo pilastro dell’e-health.

Segui Forum PA 11 nel Blog Eventi di NetMediaEurope

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore