L’accordo Nokia e Microsoft visto dalle società di analisi

AziendeMarketingMercati e FinanzaWorkspace

Il Ceo di Nokia, Stephen Elop, ha promesso piani a lungo termine per creare un ecosistema mobile all’insegna dell’integrazione fra hardware, software e servizi. Quale futuro si prospetta per Symbian e MeeGo?

La partnership fra Nokia e Microsoft porta Windows Phone 7 sui prossimi dispositivi di Nokia. Ma qualche analista dice che c’è già aria di “merger“: la fusione fra Nokia e Microsoft è dunque meno lontana? Vedremo. La fine di Symbian è segnata, almeno sui device di fascia alta. Lo chief executive di Nokia, Stephen Elop, ha detto che Nokia va verso “tempi di sfida e dinamismo“, in quanto il mercato smartphone è cambiato passando da “una guerra di devices ad una battaglia fra ecosistemi rivali“.

Tutto ciò “suona come un addio a Symbian,” afferma la società di analisi Ovum. Questa alleanza mette un‘ipoteca anche su Nokia Meego, che solo 12 mesi fa si disse che avrebbe dovuto debuttare su N9 e i dispositivi di fascia alta. Elop ha spiegato che Meego arriverà sul mercato nel 2011 ma rappresenterà “un’opportunità per imparare da questa esperienza”. Ancora non si sa se sarà lanciato un tablet Meego, in quanto Elop ha messo le mani avanti “ci riserviamo il diritto di tenere aperte tutte le opzioni“.

Citigroup è “profondamente scettica”. Secondo Goldman Sachs gli investitori, dopo il crollo del 12% del titolo, staranno alla finestra per verificare se l’accordo funziona prima di tornare ad investire. Vic Gundotra, VP dell’engineering di Google, ha scritto su Twitter che “due tacchini non fanno un’aquila”. Nokia rimarrà finaldese, ma c’è chi si augura che trasferisca i quartier generali in Silicon Valley. C’è chi punta il dito contro la cultura burocratica di Nokia, che ha speso 3.9 miliardi di dollari in R&D nel 2010, 3 volte la media dei concorrenti. Alla domanda se Nokia abbia fatto bene a dire no a Android (Nokia ha parlato di elevato rischio commoditisation) IDC ha detto che non ci sarebbe alcuna differenziazione per Nokia con Android, anche se l’interfaccia Qt di Nokia è già pronta per Linux. Invece “Con Windows Phone 7, possono considerarla un’estensione della precedente partnership senza ammettere che le loro piattaforme non possono competere con Apple,” conclude Idc. Nokia più Microsoft sarà il Wintel degli smartphone? Le premesse ci sono, ma il mercato è molto competitivo.

L’alleanza strategica fra Nokia e Microsoft è già soggetta ad un accordo definitivo, ma il Ceo di Nokia Elop ha parlato di piani a lungo termine per creare un ecosistema mobile diverso da tutti quelli esistenti. Nokia e Microsoft vogliono costruire insieme il terzo ecosistema del mercato, dopo Apple App store e Android Market.

Sembra già un matrimonio più che una semplice alleanza: combinare gli asset e collaborare siu iniziative di marketing congiunte, condividere piani di sviluppo e costruire insieme prodotti, sono cose più da fusione che da partnership. Storici partner chiave di Microsoft sono stati Dell e Hp, ma oggi sembra che ci sia qualcosa di più fra Nokia e Microsoft.
Secondo Elop questa alleanza si misurerà in miliardi e non in milioni di dollari. E Microsoft valorizzerà finalmente i servizi localizzati di Nokia.
Nokia è tuttora il numero uno del mercato con 111.6 milioni di smartphone venduti nel 2010, quasi il triplo dei 46.6 milioni di iPhone. Per Microsoft è l’occasione che cercava da anni. Nel 2008 aveva acquisito Danger di Sidekick, ma il frutto Kin non era risultato maturo, tanto da essere cancellato.
La piattaforma non è solo software, ma è hardware, software e servizi. Da oggi Nokia si concentra solo sull’hardware e “appalta” software e servizi a Microsoft. Ora Nokia avrà maggiore controllo sul software riispetto ai rivali che usano WP7 (come Samsung, LG, Htc e forse Motorola), ma non è un’esclusiva.
Per gli utenti enterprise di Nokia, trovarsi Zune e Windows Live potrebbe essere un choc? Ballmer ha risposto che “Windows Phone 7 ha la migliore implementazione di software business sul pianeta“.
Il gruppo Linux LiMo ha commentato che l’accordo fra Microsoft e Nokia possa spingere verso Linux i piccoli produttori di telefonini, in cerca di piattaforme software alternative (fconte: Reuters).

Dì la tua nel blog Vista dall’Alto: Elop e Ballmer, un accordo coraggioso

Patto fra Nokia e Microsoft
Patto fra Nokia e Microsoft
Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore