Freescale promette il netbook da 100 dollari

LaptopMobility

Freescale sfrutterà la piattaforma di Google Android e i chip Arm per abbassare i costi e allungare la batteria ai mini-notebook: a partire dal prossimo trimestre. Arm invece ha svelato Cortex-A9 MPCore per cellulari

Freescale vuole abbattere i prezzi dei netbook e sfidare Olpc con un mini-notebook da 100 dollari dal prossimo trimestre. Freescale sfrutterà la piattaforma di Google Android e i chip Arm per abbassare i costi e allungare la batteria ai netbook.

Arm, che a Barcellona ha presentato un chip multicore Cortex-A9 MPCore , fornirà i chip per il netbook con Android di Freescale. L’azienda infatti ritiene che i.MX515 sia più performante e più economico di Atom di Intel. Secondo Freescale, Atom sarà destinato ai netbook di fascia alta con Windows, ma Arm equipaggerà buoni netbook con Google Android o Linux.

Infine diamo uno sguardo a Cortex-A9 MPCore di Arm: il processore multicore, destinato a sostituire Arm11, vuole offrire la potenza dei desktop ai dispositivi mobili. Per cellulari e player mp3, Arm dedicherà un chip a singolo core. Omap 4 di Texas Instruments, dalla seconda metà del 2010, integrerà due core Cortex-A9 da 1 GHz o più, per gestire video Full Hd e immagini con risoluzione a 20 Megapixel.

Segui il Mobile World Congress su Blog Eventi di Net Media Europe

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore