Frodi online, il pericolo incombe

CyberwarSicurezza

I dati forniti dalla struttura Rsa adibita al controllo delle attività di
phishing e pharming evidenziano un fenomeno in continua evoluzione.

Si chiama Rsa Anti-fraud command center (Afcc) ed è una struttura creata da Rsa con il compito di controllare e rendere inoffensivi gli attacchi di phishing, pharming e troyan che sono portati avanti in tutto il mondo. Per svolgere il proprio lavoro, il centro è sempre attivo, 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno. Gli ultimi dati raccolti dal centro, riferiti al mese di maggio, mostrano come gli Stati Uniti sono ancora una volta il paese più colpito da queste attività, con il 72% del totale, seguiti dalla Gran Bretagna con il 9% e quindi da Canada, Italia e Spagna. Il nostro paese si attesta al 3%. L’analisi sottolinea come proprio nel mese in oggetto molte organizzazioni sono state attaccate pesantemente. Si sono registrati mediamente più attacchi a una singola struttura afferma Rsa. Il numero degli attacchi ospitati negli Stati Uniti, sostiene il rapporto, è aumentato rispetto ai mesi precedenti, portandosi al 55%; la percentuale di attacchi ospitati in Cina è raddoppiata e si è attestata al 13%, andando a occupare il secondo posto che precedentemente apparteneva a Hong Kong slittata al quinto. New entry in questa poco onorevole classifica, la Russia.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore