Fujifilm GFX 50S, arriva la medio formato mirrorless che sembra una reflex

Workspace

SLIDESHOW PRIMO CONTATTO – Fujifilm GFX 50S è la prima medio formato mirrorless al mondo con l’otturatore sul piano focale, il punto di forza è la proposta di un sensore (43,8×32,9mm) da oltre 51 Megapixel con gli ingombri di una reflex ancora a un prezzo accessibile

Annunciata per la prima volta all’ultimo Photokina 2016, dopo una buona attesa è finalmente arrivata l’ora di toccare con mano e, volendo, acquistare la nuova Fujifilm GFX 50S, che si vuole porre come punto di riferimento nell’ambito delle fotocamere medio formato (ma mirrorless) con ingombri limitati, al punto da richiamare in modo evidente una reflex.

Questo modello (vero gioiellino, ma al giusto prezzo) si presenta con il corpo in lega di magnesio (protezione da polvere e umidità per lavorare bene anche in esterni e a temperature rigide), dal peso di appena 825 grammi  (1,23 Kg con una delle ottiche a corredo), dati che portano a pensare che con l’obiettivo si tratta di circa il 60 percento in meno del peso di una fotocamera DSLR di medio formato.  E sembra davvero di tenere in mano una reflex ammiraglia con un sensore ‘oltre’ il semplice full-frame.

La disposizione stessa dei comandi conforta subito l’occhio del professionista esperto. Consapevole della flessibilità che offre il controllo degli ISO immediatamente accessibile Fujifilm ha disposto la ghiera a filo con il profilo sinistro. Appena a destra del ‘pentaprisma’ (rigorosamente intercambiabile) quella con la scelta dei tempi. E arriva un display da 1,28″ collocato nella parte superiore. Anche gli altri comandi (come da foto) ci hanno soddisfatto nella loro disposizione.  

Fujifilm GFX 50S
Fujifilm GFX 50S

Gestazione lunga quella della GFX 50S ma ora da febbraio sarà una fotocamera per tutti e a un prezzo (7115 euro Iva Inclusa) che ingolosisce anche i professionisti che non si sono avvicinati fino ad oggi a una proposta di questo tipo, ma possono valutare di superare la divisione tra mondo reflex e medio formato, almeno per un buon numero di impegni professionali. Sì perché si troveranno ad avere disponibile un sensore di medio formato (43,8×32,9mm) da 51,4 Megapixel, e da acquistare a parte, già nella lineup, tre ottiche per l’attacco G Mount in acciaio inossidabile a tiraggio basso della GFX 50S, che incontra l’attacco in ottone su Fujinon GF63mm F2.8 R WR (un equivalente 50mm, 1625 Euro), Fujinon GF32-64mmF4 R LM WR (zoom 25-51mm nei 35mm da 2545 Euro) e il tele macro Fujinon GF120mmF4 R LM OIS WR ( un 95mm nel mondo dei 35mm a 2955 euro). Siamo nel cuore dell’espressione più alta di quello che riesce a fare Fujifilm nel comparto fotocamere professionali. 

Fujifilm GFX 50S è infatti una fotocamera originale nel panorama delle proposte attuali, e pensata per chi cerca il più elevato livello qualitativo nell’ambito della fotografia commerciale, come del ritratto in studio. Rispetto a una reflex full-frame, il medio formato mirrorless Fujifilm GFX 50S è più grande di circa 1,7 volte, con i pixel di dimensione superiore per cui anche il risultato finale sarà migliore rispetto a quello di fotocamere con lo stesso numero di pixel, ma più piccoli, al punto da restituire nello scatto una trama la cui qualità è esaltata anche a ISO elevati con un effetto tridimensionale dato anche dalla completa riproduzione tonale. Significa quindi potersi dedicare senza timori alla realizzazione di riprese consapevoli che il dettaglio sarà esaltato nelle stampe di grande formato, come nei cartelloni pubblicitari. 

Fujifilm GFX 50S
Fujifilm GFX 50S

Non ci sono novità invece per quanto riguarda il processore di immagine che resta il medesimo che correda i modelli Fujifilm X-Pro2 e X-T2, tutte presenti le simulazioni pellicola Fujifilm, e anche nel medio formato sarà possibile la registrazione video Full-HD a 30 fps. Evidenti i motivi per cui non ci si spinge oltre (4K). Il processore di immagine X Processor Pro quindi ha consentito anche su questo modello l’opzione Film Simulation per riprodurre anche nel medio formato le caratteristiche delle pellicole del passato.

Fujifilm GFX 50S (profilo sinistro)
Fujifilm GFX 50S (profilo sinistro)

E vi si aggiunge la funzionalità Chrome Effect che serve per riprodurre toni e colori profondi in soggetti ‘saturi’ quando le condizioni di ripresa sono particolarmente difficili. I file degli scatti si scatteranno in formato Jpeg (Super Fine, Fine e Normal), in Raw compresso e non compresso, e in TIFF se si decide di sviluppare il Raw in camera. 

Se entriamo nei dettagli delle specifiche arriva qualche novità, per esempio relativamente al mirino elettronico in cui è stato adottato un nuovo pannello EL organic da 0,5″ a 3,69 MP, con cinque elementi in vetro e un ingrandimento 0,85x. Il pannello LCD, invece, inclinabile in tre direzioni ha una diagonale da 3,2 pollici per 2,36 MP ed è touch. Velocità massima dell’otturatore a 1/4000 sec., synchro flash a 1/125 sec.

Fujifilm GFX 50S
Fujifilm GFX 50S

Il sistema AF è a contrasto su 117 punti estensibili da 9×13 fino a 425, con la precisione consentita dal fatto che la messa a fuoco avviene direttamente sul sensore, caratteristica che nel medio formato torna utile soprattutto quando si lavora a diaframma molto aperto e si riduce a quasi nulla la profondità di campo, il fotografo può selezionare ad hoc il punto tramite un joystick che abbiamo visto comparire per la prima volta sulla X-Pro2, oppure con il touchscreen.

La medio formato mirrorless Fujifilm memorizza su un doppio slot (imprescindibile a questi livelli) su schede SD, preferendo per la loro rapidità le UHS-II. Si possono registrare gli scatti in sequenza su ognuna delle schede fino a completamento della capienza, oppure con copia di Backup sulla scheda secondaria, oppure salvando i Raw su una scheda e i Jpeg sull’altra. L’autonomia della batteria in dotazione (NP-T125) è di circa 400 scatti con la singola carica. Disponibili da subito gli obiettivi citati in apertura: GF63mmF2.8 R WR, lo zoom GF32-64mmF4 R LM WR, e un teleobiettivo macro GF120mmF4 R LM OIS WR.

Tra gli accessori disponibili è irrinunciabile il Battery Grip Verticale (proprio per offrire un’autonomia maggiore) e non male l’adattatore inclinabile EVF-TL1 per sfruttare ancora il mirino elettronico ma con diverse angolazioni. Chi ha a disposizione ottiche non GF, con l’adattatore H Mount adapter G potrà sfruttare fino a 9 obiettivi Super EBC Fujinon HC, sono quelli della fotocamera a pellicola di medio formato ora fuori produzione.

Slideshow dal vivo

Fujifilm GFX 50S Live

Image 1 of 12

Fujifilm GFX 50S (6)
(scattata con fotocamera di pre-produzione)

Slideshow di prodotto

Fujifilm GFX 50S

Image 1 of 14

Fujifilm GFX_image07
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore