Fujitsu Lifebook T938, tutto quello che serve in un laptop che fa da tablet

LaptopMobilityWorkspace

IN PROVA – Fujitsu Lifebook T938 è un laptop convertibile versatile che permette di non rinunciare a nulla, grazie alla ricchezza delle interfacce disponibili con ingombri e peso decisamente contenuti

Alla fine di gennaio Fujitsu ha annunciato nel portafoglio dei prodotti 2 in 1 il laptop convertibile Lifebook T938. E’ abbastanza singolare come anche nella presentazione ufficiale di questo sistema di computing la denominazione effettiva sia Fujitsu Tablet Lifebook T938 perché questa proposta è decisamente molto più vicina a quella di un laptop per il business completo di accessori e completo piuttosto che non all’idea che abbiamo di un tablet.

La versatilità è quindi la caratteristica che meglio esprime le potenzialità di questo sistema che merita di essere inserito nel parco macchine delle medie e grandi aziende anche per le soluzioni di sicurezza integrate, oltre che per le caratteristiche di robustezza.

Fujitsu Lifebook T938 si presenta infatti con uno chassis in lega di magnesio di colore bruno, tipico di questi prodotti e arriva a noi pronto per la prova nella configurazione che descriviamo qui di seguito.

Fujitsu Lifebook T938 – La base tastiera

La piattaforma di riferimento è ovviamente Intel Core di ottava generazione con il processore Core i5-8350U che può raggiungere fino a 3,6 GHz di frequenza di clock con una cache di 6 Mbyte. Il sistema Windows 10 a 64 bit (Pro) funziona sfruttando 8 Gbyte di memoria Ram, con i benefici delle DDR4 a 2,4 GHz. Per memorizzare i dati, gli utenti hanno a disposizione 256 Gbyte su disco SSD M.2 Sata III. La grafica è integrata.

Fujitsu Lifebook T938, descrizione

Questo convertibile si presenta come dispositivo ancora ultraleggero (circa 1,3 Kg) ma allo stesso tempo con una dotazione completa. Le dimensioni sono di 31,8×22,4×1,98 cm. Lo chassis è in lega di magnesio solo nella parte superiore e per parte dei profili, la base invece è in policarbonato. Non si tratta di un form factor unibody, i benefici però sono l’accesso a mani libere al comparto della batteria per una veloce sostituzione della batteria da 3490 mAh, così come al comparto dischi e memorie.

Fujitsu Lifebook T938 – Display orientabile

Si nota inoltre il connettore di innesto per il Port Replicator Fujitsu Lifebook che mette a disposizione subito un’altra pletora di interfacce che diventano utilizzabili quindi per assicurare la massima estensione operativa: l’utente infatti guadagna, una porta USB Type C posteriore, tre USB 3.1, un’interfaccia ethernet standard, una display port standard, una presa VGA e anche l’interfaccia DVI. Per utilizzare Port Replicator tuttavia si dovrà sfruttare un altro alimentatore e l’innesto non è il medesimo di quello in dotazione per il laptop.

Il profilo destro evidenzia subito l’antica ma sempre comoda presa VGA, per l’immediato collegamento a display e proiettori di vecchia generazione, quindi l’integrazione di una presa Ethernet a scomparsa (il meccanismo di estrazione è semplice), un’interfaccia video Hdmi, un’interfaccia USB Type-C comodissima per il collegamento e la ricarica di uno smartphone ma anche e soprattutto per interfacciare altri dispositivi video, eventualmente con l’adeguato adattatore, è poi presenta la prima delle due prese USB 3.1 e il lettore integrato di schede SD.

Fujitsu Lifebook T938 – I profili

Sul profilo sinistro invece si trova il connettore per l’alimentazione, blocco Kensington, la seconda porta USB 3.1 e un unico connettore mini jack per cuffie e microfono. Segue il lettore di smartcard (opzionale, ma presente sul nostro modello. Sono disponibili modelli anche con connettività 3G/4G integrata offerta dal chipset LTE Sierra Wireless EM7455, ma non è il nostro caso, il cassettino eventualmente si trova sotto la batteria ed ospita una microSIM.

Apriamo il device e ci attendono ancora una buona serie di sorprese positive. Partiamo dallo snodo centrale che permette l’utilizzo del sistema per l’utilizzo come tablet, con la rotazione a 360 gradi assicurata da un solido perno centrale. E notiamo subito altri due dettagli: il posizionamento in basso a destra sulla cornice del display dal tasto di accensione a spostamento di una levetta, e in basso a sinistra la fascia per l’autenticazione sfruttando il lettore di impronte digitali.

La cornice del pannello display è ampia, poche concessioni all’estetica. Si tratta di un sistema con risoluzione Full-HD da 13,3 pollici, utilizzabile anche con lo stilo incluso nella confezione e affrancabile all’hardware per non perderlo.

Del display si apprezza la finitura Anti-Glare (opaca) per lunghe sessioni di lavoro più riposanti rispetto a quelle dei pannelli a finitura lucida spesso scelti per i 2-in-1. La finitura tuttavia non è specifica del vetro adottato, ma semplicemente ottenuta con una pellicola predisposta in fabbrica, un sistema che permette di ridurre certamente i costi, ma non sempre è apprezzabile tanto quanto l’adozione di un vetro vero a finitura opaca.

Fujitsu Lifebook T938

Ben organizzato è il piano tastiera con la caratteristica elegante linea rossa alla base che distingue i Lifebook T. I tasti a isola sono ben distanziati e retroilluminati  – basta premere Fn+Barra spaziatrice per attivare la retroilluminazione. Le dimensioni del touchpad non stupiscono circa 10×4,5cm. Si tratta di un pannello ampio, ma non particolarmente generoso, per esempio rispetto a quello dei nostri laptop preferiti. A destra si nota il lettore PalmRest, che permette l’autenticazione attraverso la lettura dei vasi sanguigni.

Sul profilo anteriore a sinistra quattro led indicano l’accensione, la ricarica della batteria, il funzionamento a batteria, quello del disco e del WiFi. Apprezzabile la separazione del led di funzionamento a batteria da quello di ricarica. In alto a destra sulla base invece altri quattro led indicano alcuni stati tastiera (per esempio il blocco maiuscole). La griglia di raffreddamento è sul profilo sinistro, vicino al blocco Kensington, in una posizione che non dà fastidio nel normale utilizzo. Per concludere segnaliamo la presenza di un doppio microfono e di due altoparlanti stereo che sfruttano le performance del chipset Realtek ALC255.

Fujitsu Lifebook T938, esperienza e prestazioni

Lifebook T938 è disponibile in una buona serie di configurazioni, anche con cpu Intel Core i7, sempre Ultra Low Voltage. e con storage fino a 512 Gbyte anche con i moduli NVMe e con fino a 16 Gbyte di Ram comunque in un unico slot di memoria. Altri elementi a supporto del nostro giudizio per cui è proprio la versatilità la caratteristica più rilevante di questa proposta.

L’impostazione complessiva di Lifebook T938 è ancora molto, molto classica. Per esempio avremmo preferito ben altro sistema di aggancio/sgancio del laptop al Replicatore di porte, affidato ancora a una leva meccanica, ma sistema che “vince” non cambia, e quando l’affidabilità è la prima cosa da garantire, sappiamo bene quanto alcune soluzioni siano destinate a rimanere come base di partenza per lo sviluppo anche di nuovi prodotti.

Nell’utilizzo di tutti i giorni non ci ha favorevolmente impressionato la luminosità massima del display, assolutamente seriale, e forse anche non esaltata dalla scelta specifica della “pellicola” per assicurare l’effetto anti-glare. All’aperto sotto il sole non è scontato lavorare in modo confortevole e soprattutto in un due in uno invece bisogna considerare con più attenzione anche questa opportunità. E’ molto curato invece il comparto security con l’opzione TPM 2.0, oltre ai diversi sistemi di autenticazione biometrici. Windows Hello però tramite riconoscimento del volto non è però supportato.

Per quanto riguarda le prestazioni i PCMark 10 hanno registrato un punteggio globale di 2599, con il comparto Essentials che ha marcato 6468 punti, Productivity 3670 e Digital Content Creation 2007. Il punteggio globale non è eclatante, e paragonabile a quello ottenuto da un Panasonic Toughbook Core i5-7300U vPro. In questo caso più che alle prestazioni, nella scelta della soluzione devono pesare altre caratteristiche. Questa soluzione Lifebook T938 si innesterà molto bene in qualsiasi contesto produttivo, senza bisogno di accessori, per affrontare ogni situazione di computing in mobilità e con questi criteri di scelta non trova tanti rivali in questo segmento e con questo formfactor. Promosso quindi, anche in relazione al prezzo intorno ai 1600 euro.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore