Fujitsu Lifebook U937 e S937, la leggerezza e l’autonomia prima di tutto

LaptopMobility

I due nuovi laptop di Fujitsu, Lifebook U937 e S937, arrivano ad aprile anche in Italia. Il primo si distingue per il peso intorno ai 920 grammi e il secondo per l’autonomia fino a 21 ore

Arriva anche in Europa e per il mercato italiano il nuovo laptop aziendale Fujitsu Lifebook U937. Il laptop con display da 13″ di diagonale (e display a finitura opaca/matte per il massimo confort sul lavoro) si presenta subito con il record di leggerezza tra i laptop Fujitsu, considerato il peso inferiore al chilogrammo (920 grammi) e l’ottima autonomia di 11 ore.

Il laptop, con lo chassis in lega di magnesio,  pesa ancora meno di uno dei punti di riferimento di sempre (considerato anche quando è stato presentato) che per il database delle nostre prove è il mitico Toshiba Portégé R500 (era il 2008 e questo laptop pesava appena 929 grammi). Lo spessore invece non stupisce ed è di 1,5 cm (ma capiremo perché).

Due caratteristiche importanti quindi (peso e autonomia) che in questo caso non vanno a scapito della potenza: Fujitsu ha deciso di equipaggiare il modello U937 con cpu Intel Core i7 di settima generazione e ovviamente dischi SSD. La vocazione prettamente aziendale e da professionista emerge dalla scelta del sistema operativo preinstallato: Windows 10 Pro.

A noi piace molto inoltre il fatto che Lifebook U937 è semplicemente un ‘vero’ laptop ultraportatile, con il touchscreen, ma senza la pretesa di fare altro. E con la connettività 4G/LTE fin troppo rara per i nostri gusti sui laptop, ecco che questo modello si candida effettivamente come laptop ideale. E non vediamo l’ora di poterlo testare a fondo.

Lifebook U937
Lifebook U937

I CIO che badano al sodo e alla sicurezza saranno soddisfatti di sapere che Lifebook U937 dispone dei chipset per l’autenticazione biometrica a scelta tra lettore di impronte digitali e Fujitsu PalmSecure (autenticazione tramite circolazione venosa della mano), il lettore di SmartCard è integrato con crittografia TPM 2.0.

In apertura abbiamo commentato lo spessore di 15,5 mm. Non deve stupire se non in positivo, anche se non è uno spessore da record perché in questi millimetri troverete, un’entrata/uscita microfono cuffie, due prese USB Type A e un connettore USB Type C, la presa Hdmi, la presa Ethernet RJ-45 per collegarsi anche alla rete fissa senza bisogno di docking station e accessori, il lettore di SmartCard, il lettore della Sim (per i modelli U937 che lo prevedono) e il lettore di memorie SD.

Per l’interfaccia USB Type C Fujitsu propone anche un replicatore, per collegare ancora più periferiche, per esempio il display, mouse e tastiera.
Fujitsu con questo gioiellino vuole proporre un laptop che non costringa più a compromessi tra portabilità, espandibilità, autonomia, sicurezza e potenza. E dalle caratteristiche di targa sembra riuscirci. Aggiungiamo infatti che tra le configurazioni disponibili, quella top prevede Intel Core i7-7600U, come Cpu, dischi SSD fino a 512 Gbyte M.2 Sata III o PCIe e fino a 20 Gbyte di Ram. 

Lifebook S937
Lifebook S937

Lifebook U937 trova un degno avversario per quanto riguarda l’autonomia nel Lifebook S937 che arriva con la dotazione standard di una batteria per farlo funzionare circa 15 ore, cui si può aggiungere una seconda batteria nell’alloggiamento modulare per guadagnare altre sei ore.

Per un totale di 21 ore di funzionamento, in qualsiasi condizione, per esempio anche al buio grazie alla tastiera retroilluminata. Questo modello può disporre anche di dischi tradizionali meccanici, fino a 24 Gbyte di Ram, pesa circa 1,2 Kg e dispone ugualmente in forma opzionale di connettività 4G, con una proposta top per la cpu di Intel Core i7-7600U. Non dispone di interfaccia USB Type C.
I prezzi di entrambi i modelli sono adeguati a ciò che viene offerto: Lifebook U937 è disponibile a partire da 1899 euro, mentre Lifebook S937 costa nella proposta base 1649 euro. Entrambi i modelli saranno venduti da aprile.

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  “Migliorare la customer experience nel mondo mobile

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore