Fujitsu Siemens Computers ed Emc per lo storage FibreCat

CloudServer

Quarta generazione per i FibreCat CX. Ecco Ssd e virtual provisioning

Fujitsu Siemens Computers lancia la quarta generazione dei dispositivi di storage FibreCat serie CX basata sulla tecnologia Clariion Cx4 di Emc in grado di lavorare per il consolidamento delle infrastrututture IT in ambienti Fiber Channel e iScsi.

Tra le caratteristiche dei quattro nuovi modelli vi è il “virtual provisioning”, un ‘estensione del thin provisioning, metodo di allocazione ai vari task dello spazio su disco. La possibile espansione tramite unità disco flash nei due principali modelli della linea CX4 aumenta la velocità dei dispositivi. I dispositivi sono già pronti all’integrazione delle tecnologie di connettività del futuro quali Fibre Channel da 8 Gbps, iSCSI da 10Gbps o FcoE (Fibre Channel over Ethernet).

Notevoli i progressi fatti in termini di risparmio energetico anche nella nuova generazione di FibreCat: il sistema di raffreddamento, ad esempio, si adatta automaticamente alla temperatura operativa (raffreddamento adattivo) e, a partire dal 2009, la velocità massima di spindle può essere ridotta se richiesto tramite un aggiornamento del firmware (spin down dell’unità disco).

I dispositivi possono essere configurati sia come sistemi standalone sia come parte di una soluzione di server e di storage eterogenea. Tutti i componenti fondamentali (controller Raid, ventilatori, alimentatori, dischi) sono ridondanti e sostituibili a caldo.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore