Fujitsu Siemens Computers in bianco e nero

PCWorkspace

Il design al centro dei nuovi annunci di Pc. Enfatizza il brand e la possibilità di personalizzazione da parte dell’utente

Nello splendido centro Westhafen Pier di Francoforte, in riva al Meno, Fujitsu Siemens Computers ha presentato il nuovo design dei suoi prossimi personal computer, ponendo un forte accento sulla strategicità che il design riveste al giorno d’oggi, in termini di riconoscibilità del brand e di usabilità dei prodotti.

L’intento è quello di offrire prodotti con un design dalle ampie possibilità di personalizzazione per l’utente e enfatizzare il riconoscimento del brand” ha precisato Barbara Schaedler, chief marketing officer di Fujitsu Siemens Computers.

fujitsusiemenscomputers2008.jpg

Non a caso è evidente lo stile tedesco, con un tocco anni ’70, un po’ minimalista. Tutti bianchi e neri, i nuovi Pc hanno lettore Cd o Dvd inserito direttamente nella fessura (come i Mac) senza cassettino estraibile, tastiera flat, integrano funzionalità multimediali, adottano un linguaggio unico e uniforme per tutte le linee di prodotto. Sarà quindi più facile ritrovare le interfacce posizionate tutte con i medesimi criteri, con chiari segnali colore per identificare prontamente i punti di tocco.

Un puro investimento di design che vuole essere strategico a lungo termine, con un approccio human centrico – ha continuato Schaedler -. Il vanto è anche quello di avere studiato il design internamente“.

scaleol.jpg

Lo studio del design per Fujitsu Siemens Computers ha richiesto un approccio integrato che ha coinvolto tutti i reparti, dalla progettazione alla produzione, fino al marketing. “Dal punto di vista dello stile – ha spiegato Schadler – anche la distribuzione delle aree bianche e nere risponde alla precisa esigenza di rendere immediatamente identificabili le zone dei dispositivi dove sono collocate le interfacce uomo-macchina”.

Non solo, Herbert Schonebeck, Senior Vice President Consumer & Devices, ha ribadito che “la diversificazione delle linee di prodotto sarà sempre più basata sulla diversità degli scenari di utilizzo, e fattori chiave saranno proprio il design e le scelte estetiche, un ambito in cui Fujitsu Siemens Computers ha lavorato a lungo”. Schonebeck indica con “connected life” il target group ideale della linea consumer, e spiega che “Il riconoscimento del brand è legato all’affidabilità dei prodotti, ma in ambito consumer questo riconoscimento non è sufficiente a indirizzare la scelta e a fidelizzare la clientela”.

In questo stile verranno lanciate tre nuove linee di prodotto: Amilo, dedicato al consumer; Esprimo, Esprimo Mobile, ScenicView e Celsius, per il mercato business, disponibili dall’estate; Primergy, dal primo trimestre 2009.

Un gruppo di clienti utilizzati come tester hanno giudicato, all’80%, il design caratterizzante e ben riconducibile al marchio Fujitsu Siemens Computers.

amilo3000notebook30.png

Bjorn Ferhm, Consumer Strategist , spiega nel dettaglio le caratteristiche delle nuove linee consumer. “Tecnologia, usabilità e affidabilità sono stati come sempre i cardini che hanno indirizzato lo sviluppo dei prodotti. Per quanto riguarda le innovazioni nella serie Amilo 3000 ci siamo concentrati nell’ideazione dell’Amilo Graphic Booster(un device esterno che consente di incrementare le performance grafiche dei notebook, ndr), sui sistemi wireless Usb(con un transfer rate tra computer e periferiche fino a 480 Mbps)e sull’inserimento nella linea dei lettori BlueRay. In termini di usabilità abbiamo introdotto la funzione Silent Mode (per la riduzione del rumore e l’ottimizzazione delle ventole, è standard su tutti gli Amilo) e la LightTouch bar(che facilita il controllo di alcune funzioni del PC, tra cui le riproduzioni multimediali, ndr)e per quanto riguarda l’affidabilità la tastiera “spillproof” (resistente agli spruzzi, ndr)”.

I notebook Amilo 3000 sono facilmente riconoscibili grazie alle lettere che accompagnano la loro denominazione. Quelli della serie L sono gli entry level, P segnala i notebook “all-round”, i notebook S sono indicati per chi esige il massimo delle possibilità in termini di mobilità e infine i notebook X per il gaming e il multimedia “senza compromessi”. Per quanto riguarda i desktop con la serie S si identificano i piccoli “8 litri”, la L introduce i desktop per la famiglia e i Desktop P sono quelli per il multimedia e il gaming.

newamiloseries.png

A questa semplificazione corrisponde anche una serie di sensibili migliorie tecniche: per esempio l’introduzione dei nuovi formati 16:9 per i display con risoluzione nativa per i film in full HD e il già citato Graphic Booster, per gli Amilo S, in grado di incrementare fino a quattro volte l’efficienza delle grafiche integrate e preservare la durata delle batterie, nonché di utilizzare fino a 3 display esterni con un ingombro minimo della scrivania.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore