Fujitsu Siemens e il mercato ittico di Pescara

CloudServer

Il caso di una nuova asta telematica, sviluppata per migliorare il modo di
comprare e vendere i prodotti ittici

Il Comune di Pescara ha realizzato un nuovo progetto d’asta telematica del mercato ittico per migliorare l’economia locale, apportando un cambiamento radicale al sistema di vendita del pesce. Nel mercato di Pescara vengono contrattate circa 2500 tonnellate di prodotti ittici all’anno. In passato il sistema d’asta tradizionale era tarato solo per gli operatori del mercato locale ed escludeva di fatto la possibilità di acquistare e prenotare a distanza o di consultare le statistiche del borsino.

Per rinnovare questo stato di cose è stato scelto un sistema di Fujitsu Siemens Computers (server RX300, RX200 e TX200S con processori Intel Xeon e Consolle Scenic P320) che consente di attuare le transazioni d’asta ittica all’ingrosso per via telematica. Infoteam, partner tecnologico di Fujitsu Siemens, ha sviluppato il portale www.e-fish.pescara.it, dove si trova la parte riservata agli utenti per l’acquisto on line.

Massimo Di Remigio, che ha seguito il progetto per conto di Infoteam spiega: ?L’utente connesso, di solito un ristoratore o comunque un compratore o rivenditore all’ingrosso, può visualizzare il borsino giornaliero, i prezzi attuali e precedenti, la qualità del pesce e tutte le informazioni relative al prodotto all’asta, e può così decidere di prenotarne on line l’acquisto, pagando con carta di credito un prezzo definito da lui stesso, comodamente seduto davanti a un monitor di Pc. L’operazione d’asta è facilitata da una webcam che permette di visionare sul proprio monitor la cassetta di pesce che si intende acquistare. Attraverso un telecomando i compratori lanciano la propria offerta, bloccando così il prezzo d’asta che viene indicato su un display elettronico al centro della sala?.

L’asta telematica conta circa 150 acquirenti, distribuiti tra il mercato di Pescara e quello di Giulianova, l’altro ente locale che ha aderito all’iniziativa. Tra i vantaggi ottenuti dall’adozione della soluzione integrata Fujitsu Siemens ricordiamo: l’eliminazione di barriere fisiche e geografiche per le operazioni d’asta ittica, maggiore razionalizzazione delle risorse, tracciabilità e totale visibilità del prodotto. L’integrazione dei server di dominio RX 300 e RX 200 con i server di passaggio TX 200 S uniti alla consolle Scenic P320 ha permesso anche di ridurre i costi e ha dato maggiore affidabilità dell’hardware.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore