Futurshow 3001 gestione della clientela top per il private banking

Workspace

Come gestire i cambiamenti che hanno contraddistinto il mondo dellalta finanza?

Come utilizzare i nuovi media per la gestione della clientela top? Ne hanno parlato, in un incontro di Tecnobanca moderato da Carlo Maria Fenu alcuni rappresentanti del mondo dellalta finanza italiano. Il mercato bancario ha conosciuto, negli ultimi anni, unevoluzione rapidissima, che ha comportato cambiamenti radicali al suo interno laumento nellofferta di prodotti e servizi e una concorrenza più serrata, hanno reso il cliente sempre più attento ed esigente. Il private banking, che si basa su un utilizzo intelligente e mirato dei nuovi media, si inserisce in questo scenario come una possibile soluzione, in grado di portare ai cittadini vantaggi reali in tempi brevi. Limportante, sottolinea Miguel Salerno, responsabile Dipartimento Finanza GPF è utilizzare la tecnologia non come fine a se stessa, ma come strumento per migliorare il rapporto con il cliente. Lobiettivo da raggiungere è instaurare un rapporto di fiducia tra consulente e cliente finale, che deve essere il più possibile personalizzato occorre guardare al cliente non più solo come soggetto finanziario, ma piuttosto come soggetto globale. Solo così sarà possibile capire le motivazioni alla base dei suoi comportamenti e individuare quelli che sono i suoi bisogni reali. E importante quindi che lutilizzo dei nuovi media non venga fatto in maniera indifferenziata, ma sia piuttosto segmentato in relazione alle esigenze effettive della clientela. Lidea della tecnologia come strumento per rafforzare il rapporto interpersonale con il cliente è ripresa da Claudio Greco, co-direttore generale Duemme Il futuro del private banking sarà incentrato sullhigh touch, inteso come contatto diretto tra banca e cliente, ma anche sullhigh tech, in quanto sono i mezzi informatici a rendere questo rapporto sempre più efficace e mirato. Alessandro Milesi, consulente Banca Euromobiliare, sottolinea come la gestione dei portafogli clienti attraverso canali innovativi Da un lato evidenzia la necessità di integrazione tra canali fisici e virtuali, dallaltro preveda la costruzione di elementi di supporto a favore dellinvestitore, per la selezione di prodotti e servizi finanziari in rete. Linformatizzazione finanziaria può portare vantaggi reali, non solo al cliente, ma alle banche stesse. E Fabio Meroni, responsabile prevendita Uniteam, a parlare di gestione documentale, con cui si intende il trattamento elettronico di tutta la documentazione relativa agli istituti bancari, attualmente in formato cartaceo Lidea è quella di creare dei repository virtuali in cui conservare tutti i documenti. Diventerà così molto più agevole modificare e quindi aggiornare in ogni momento il loro contenuto, superando anche problemi materiali come per esempio quello della conservazione della carta.

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore