G-day: tutto su G1, il primo smartphone con Google Android

MobilitySmartphone

A New York Google e il gestore T-Mobile, la divisione mobile Usa di Deutsche Telekom, presentano G1 ovvero Google Android su Htc Dream.

Il primo GPhone, con sistema operativo open source Google Android, arriva negli Stati Uniti da T-Mobile: costa 179 dollari, è WiFi, con Push Gmail e completo di Android Market, per acquistare applicazioni di terze parti. E Amazon ha svelato un’applicazione di store musicale e video, anti iTune s. G1 di Google è un nuovo dispositivo, una nuova piattaforma della Open Handset Alliance, ma soprattutto una nuova porta di accesso al Web mobile del futuro

Andy Rubin di Google e lo chief technology officer di Deutsche Telekom, Christopher Schlaffer, hanno presentato Google Android su Htc Dream, in un attesissimo evento a New York. G1 ovvero Google Android su Htc Dream arriva da T-mobile con sistema operativo open source Google Android, arriva negli Stati Uniti da T-Mobile: costa 200 dollari, è touchscreen e completo di Android Market, per acquistare applicazioni di terze parti. Anche Amazon ha svelato un’applicazione di store musicale e video, anti iTune s, per G1 di Google.

googleandroid.jpg

Ecco il primo smartphone con Google Android, il G1 basato su Htc Dream

Google Android è la piattaforma open source, che va a safidare Linux Mobile (LiMo), Symbian di Nokia, ma anche Windows Mobile di Microsoft, Apple iPhone e Blackberry di Rim, sul terreno delle applicazioni Internet, accessibili via banda larga mobile.

googleandroid2.jpg

Tastiera e cover del G1 basato su Htc Dream

Il G1 assomiglia al Sidekick e promette di essere versatile, per consentire il multitasking. Legge documenti in Word, Pdf e Excel, ma non supporta Exchange. Gmail è push. La Sim con T-mobile è bloccata, e forse G1 non è così aperto come dice di essere: tuttavia il costo per l’uso illimitato del Web è di 35 dollar i (25 in promozione), con un contratto di due anni.

Non supporta iTunes (ma ci pensa Amazon allo store video e musicale, come applicazione di terze parti), perché è Drm-free

e si sincronizza con tutti i servizi Google. Però, come l’iPhone, ha l’accelerometro

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore