Galactica la crisi della flat

Network

Pubblichiamo il messaggio inviato dal provider che apporta sostanziali (e discusse) variazioni al contratto Flat

Già in passato ci eravamo occupati della connessione flat di Galactica, il primo provider ad introdurre in Italia la possibilità di pagare un importo fisso, indipendentemente dal tempo di connessione. I problemi per introdurre questa formula in Italia però sono stati molti e, come dimostra il messaggio appena spedito da Galactica ai suoi abbonati, ancora non risolti. Il provider per questi problemi, chiama in causa Telecom Italia… Modifiche contrattuali a far tempo dal 1 agosto 2001. Caro Cliente, in esecuzione del contratto da lei sottoscritto, attualmente in essere, le è riconosciuta la possibilità di connessione ad Internet attraverso Galactica, dietro pagamento di un corrispettivo forfetario. La formula adottata con il contratto attualmente in essere è la cosiddetta connessione ad Internet FlatRate in dial up, formula particolarmente diffusa in tutti i paesi occidentali a più alto sviluppo e della quale noi siamo stati i precursori in Italia. Galactica ha investito ogni propria risorsa per lo sviluppo della predetta formula contrattuale, ritenendola quella maggiormente in grado di promuovere, presso gli utenti privati e professionali, la diffusione, in Italia, di Internet, rendendola adeguata agli standard internazionali. Il successo delliniziativa, che ha registrato unimportante crescita del numero degli abbonati, a seguito della campagna commerciale intrapresa da Galactica nellanno 2000, costituisce forse il miglior riscontro ai convincimenti di Galactica. A sua volta, la circostanza che, nei principali paesi quali Austria, Inghilterra, Francia, Germania, Olanda, Irlanda, Spagna e Portogallo, il Flatrate in dial up sia stato istituzionalizzato ed i vari enti regolatori nazionali abbiano imposto alloperatore dominante di offrire agli altri operatori una tariffa di accesso ad Internet senza scatti, a condizioni economiche tali da favorire poi unofferta al pubblico adeguatamente competitiva (vedasi in particolare il modello FRIACO adottato in Inghilterra), costituisce la più significativa conferma della rilevanza di simile metodo di connessione per la diffusione di Internet. Purtroppo, la situazione italiana è ben diversa da quella rilevabile nei suddetti altri paesi e constatiamo che la nostra nazione non si è ancora adeguata a questo inevitabile sviluppo del mercato. Ultimamente infatti abbiamo addirittura assistito ad una campagna stampa nella quale sono state enfatizzate le presunte criticità del modello Flatrate. Problematiche peraltro che per quanto ci riguarda sono secondo noi in buona parte riconducibili a fatto di terzi, indipendente dalla nostra volontà. E inoltre opportuno ricordare che Telecom Italia S.p.A., attraverso la società francese 9TELECOM S.A. dalla stessa controllata, si è battuta, insieme ad altri operatori, ed ha ottenuto che France Telecom, fornisse tariffe forfetarie per laccesso ad Internet, mentre in Italia laccordo programmatico tra Telecom Italia e Galactica, che prevede la fornitura di linee per laccesso ad Internet a tariffa forfetaria, è stato da Telecom Italia S.p.A. anticipatamente disdettato. Continua…

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore