Galdi (Anci): Ecco come la Pal può essere produttiva razionalizzando le risorse

Autorità e normativeAziendeMarketingMercati e Finanza
Antonella Galdi

VIDEO – Antonella Galdi, responsabile innovazione Anci, spiega i punti salienti della proposta Anci al governo per il Ddl Digitalia: messa a sistema delle iniziative locali, piani regolatori per servizi digitali e qualità della vita dei cittadini

Le pubbliche amministrazioni lo sanno: non c’è la volontà di gravare su imprese e cittadini, ma c’è la volontà di razionalizzare le risorse.

Non si possono creare nuovi fondi, ma nemmeno vedere iniziative regionali che non siano in linea o coerenti alla programmazione nazionale. Così Antonella Galdi, responsabile innovazione Anci, interpellata a Bologna durante Smau Business, ha spiegato i punti salienti del disegno di legge da affidare al governo che sta preparando il ddl Digitalia.

Antonella Galdi
Antonella Galdi

Il nostro obiettivo è dare uno strumento di programmazione per mettere a sistema le iniziative locali. Tra le nostre proposte ci sono strumenti locali come piani regolatori per i servizi digitali, progetti verticali che incidano sulla qualità della vita dei cittadini e uno sportello per agevolazioni sociali”, afferma.

Toccando poi il discorso delel risorse economiche, Galdi dà una sua interpretazione legata a fatti concreti. “Scontiamo una fase storica di risorse scarse e dalle amministrazioni locali c’è la volontà di non gravare su imprese e cittadini ma c’è la volontà di razionalizzare le risorse e la proposta non è quella di creare nuovi fondi, che non ci sono, ma razionalizzare e rimodulare le risorse disponibili individuando priorità con il sistema delle regioni. Spesso  abbiamo registrato iniziative regionali che non sono in linea o coerenti a una programmazione nazionale”, conclude.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore