Garante Privacy: ecco le regole per Il corretto uso di sms di pubblicautilità (Notizie, Viabilità, Cultura, etc.)

MobilityNetworkWlan

Questo tipo di messaggi vengono utilizzati da amministrazioni centrali o locali per campagne informative e di sensibilizzazione o per diffonderenotizie ritenute di pubblica utilità.

Prescritte dal Garante a fornitori di servizi di telecomunicazioni e amministrazioni pubbliche le condizioni per l’invio degli Sms cosiddetti “istituzionali”. Questo tipo di messaggi vengono utilizzati da amministrazioni centrali o locali per campagne informative e di sensibilizzazione (es. giornate dedicate a particolari tematiche) o per diffondere notizie ritenute di pubblica utilità (viabilità, avvenimenti culturali, termini di pagamento di tasse o imposte, validità di documenti, etc.). L’intervento ha preso le mosse da numerose segnalazioni di abbonati e da detentori di carte telefoniche ricaricabili che chiedevano di accertare la rispondenza alle norme in materia, degli invii dei messaggi, effettuati da gestori telefonici o di servizi di tlc a valore aggiunto e amministrazioni pubbliche. Gli utenti, infatti, come reso noto un comunicato a cura dell’ufficio Stampa del Garante per la protezione dei dati personali, si rende a causa di una proliferazione eccessiva ed indesiderata di Sms “istituzionali” potrebbero sopportare disagi di vario tipo derivanti dalla contestuale attività di più soggetti pubblici, centrali o locali, oppure dai tempi tecnici per l’effettiva ricezione dei messaggi (pervenuti a distanza di tempo in ore notturne) o infine dall’eventuale addebito di una parte dei costi, ad esempio in caso di ricezione all’estero di messaggi. Alla luce dei primi elementi acquisiti l’Autorità ha distinto due casi a seconda che l’invio sia effettuato da gestori di servizi telefonici su incarico delle pubbliche amministrazioni (utilizzando i dati dei propri abbonati senza trasmetterli all’amministrazione che dispone l’invio) o direttamente dal soggetto pubblico interessato all’invio (che ha raccolto in proprio i dati degli abbonati). Ribadito, inoltre, che l’uso dei dati per l’invio degli Sms deve essere limitato allo scopo per il quale i dati sono stati rilasciati all’amministrazione da parte degli utenti. Il testo del provvedimento è pubblicato all’indirizzo internet http://www.garanteprivacy.it/garante/doc.jsp?ID=29844 [ STUDIOCELENTANO.IT ]

Autore: ITespresso
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore